Categoria: Comunicati Ufficiali

mavilla

Mavilla si aggiunge ai primi acquisti del Legnano

Altro colpo di mercato in casa lilla il ds Cuscuna ha chiuso ieri 29 giugno l’accordo con il centrocampista Mavilla, che si aggiunge all’attaccante Panigada al difensore Scarcella ed al portiere  Romano, classe 97, proveniente dal Chiasso e portiere titolare negli ultimi due mese al Mendrisio in seconda divisione svizzera .

In settimana si dovrebbero chiuedere altri 2 colpi di mercato per un difensore centrale di grande esperienza in dirittura d arrivo e altri 2 attacanti …un mercato lilla che fa ben sperare indipendentemente dalla categoria sperando che il tanto aspetto ripescaggio si concretizzi.

Il Legnano c’è ed è pronto a ripartire

Un consiglio direttivo con 17 componenti, tutti imprenditori e attivi promotori della causa Legnano. Basterebbe questo dato a far capire il salto di qualità portato dalla presidenza Munafò. Una società seria, articolata e compatta.

Il presidente lilla traccia una netta linea di demarcazione col passato recente: “La squadra si costruisce prima fuori dal campo, nei vertici manageriali. Il Legnano è reduce da gestioni problematiche, che pensavano solo al risultato sportivo senza badare all’aspetto aziendale ed economico. E sia ben chiaro: per buchi non imputabili alla nostra gestione, soprattutto dopo aver cambiato la denominazione della società, chiederemo di pagare i debiti a chi li ha creati. Dopo il primo consiglio, fissato per il 12 luglio, valuteremo se rendere pubblici i conti economici e i debiti ereditati e pagati dall’attuale gestione. Intendo dimostrare ai tifosi la chiarezza che ci contraddistinguerà sempre”.

Anche in questioni più serene e visibili a tutti, come gli impianti del Mari, la campagna abbonamenti e l’immagine della società, il cambiamento è radicale: “Stiamo migliorando l’impianto audio grazie a un contratto di noleggio con un fornitore. Questo perché ignoti si sono portati via il bellissimo impianto precedente, e quello che è stato utilizzato quest’anno si sentiva a malapena in tribuna. Abbiamo anche ripreso in mano e portato a conclusione un concorso tra le contrade per la realizzazione della mascotte. Siamo andati a ripescarlo selezionando la contrada vincitrice: è Legnarello, col suo Alberto da Giussano in maglia lilla e scarpe da calcio. La vedrete in tutte le partite interne al Mari. E abbiamo ideato una nuova linea di merchandising che verrà lanciata nella serata di presentazione della squadra, il 22 luglio”.

Qualche rammarico, oltre a quelli legati ai debiti pregressi? “La retrocessione in Eccellenza: poteva essere evitata con un passaggio di consegne più tempestivo”.

Il nuovo Legnano si è presentato agli imprenditori della città.

Nell’elegantissima cornice di Villa Re Noir, il presidente Giovanni Munafò ha voluto comunicare il profondo cambiamento della società lilla già dall’immagine, dall’aspetto puramente visivo ed estetico. Un locale raffinato e un parterre di ospiti che, oltre a molti protagonisti del tessuto economico legnanese, ha visto in prima fila Alberto Oldrini, Gran Maestro del Palio, Marco Tajana, presidente dei Legnano Basket Knights e Giambattista Fratus, candidato sindaco giunto al ballottaggio di domenica 25 giugno.

A sottolineare rispettivamente la sinergia che si vuole creare con il mondo del Palio, manifestazione simbolo della città; con le altre realtà sportive della città, soprattutto il basket, i cui successi sportivi e imprenditoriali sono un esempio; e con le istituzioni.

“Semplificare per ripartire” è il motto scelto dalla società e citato in apertura dal vicepresidente Alberto Tomasich. “E’ un momento di svolta, il Legnano ha girato pagina. Abbiamo una grande storia da raccontare, ma possiamo farlo solo in tanti, non in due o tre”.

Il presidente Munafò ha poi condotto la serata, illustrando la sua visione del futuro lilla e i profondi cambiamenti in programma, molti già operati, altri da concretizzare di giorno in giorno.

Ha voluto chiamare sul palco, a fare gli onori di casa, il padre Letterio, Fratus e Oldrini. Chiudendo, a fine serata, con Alfonso Costantino, vicepresidente e guida del settore giovanile, l’uomo chiamato a realizzare forse la più importante tra tutte le promesse, quella sul vivaio.

Il presidente è partito dal sentimento, per arrivare subito a sottolineare un concetto centrale: “Ho scelto di prendere il Legnano perché è parte della mia vita, fin da quando, a 10 anni, Romualdo Capocci mi vide in un torneo e mi portò qui a giocare nelle giovanili lilla. Da giocatore del vivaio o da raccatapalle, ricordo che andare a vedere la partita della prima squadra al Mari era un onore.  Forse in questi anni per i ragazzi non lo è più stato. Deve tornare a esserlo. Costantino porterà il nostro settore giovanile ai vertici assoluti in Lombardia. Ricordiamo che con Capocci siamo stati campioni nazionali professionisti”.

       E qui il concetto di partenza, una sicurezza per tutti: “Prendendo il Legnano mi sono caricato anche molte incombenze. Prima tra tutte quella di sanare ogni pendenza. E’ stato fatto. Oggi il Legnano non ha un solo centesimo di debito, con nessuno. E non ce ne sarà più uno in futuro. Una società sana da cima a fondo, pulita, dove i giovani potranno giocare e crescere sereni. Gestirò la società come casa mia e le mie aziende: un euro entra e un euro esce. Sono un presidente giovane, certamente farò errori, ma con l’aiuto di collaboratori e amici esperti spinti come me da pura passione, non sbaglieremo mai nelle linee guida e nei valori”.

Primo passo: la trasformazione in SSDARL, società Sportiva Dilettantistica a responsabilità limitata: “Questo significa che ci sarà un cda e ci saranno quote, ma che restiamo una società sportiva”.

Molto interessanti anche le novità che toccano da vicino i tifosi: stadio e abbonamenti. “Al Mari abbiamo rifatto l’impianto audio, ora è all’altezza. Stiamo mettendo a norma tutti gli impianti e studiando il riposizionamento dei cartelli pubblicitari, perché gli sponsor devono avere la massima visibilità e poter contare sulla massima efficacia promozionale”.

La campagna abbonamenti avrà molte novità. L’ha illustrata Alberto Tomasich, responsabile del marketing:  “L’obiettivo è di avere molte centinaia di abbonati, crescere e crescere. Per farlo serve attenzione massima verso i nostri tifosi. Ci sarà abbonamento gratuito per gli under 18 e gli over 70, tariffe agevolate per la curva Nord e le famiglie. Veniamo incontro ai nostri Ultras, che sostengono la squadra incessantemente e chiedono, e avranno, chiarezza e rispetto. E ai genitori che vengono allo stadio con i figli. Il Mari deve essere pieno”.

Tomasich ha anche illustrato la campagna merchandising: “E’ senza precedenti. Gadget per bambini, per la dirigenza, per i tifosi, per tutti. Siamo partiti da una polo, poi proponiamo camicie, felpe, cappellini invernali ed estivi e due t-shirt semplici con il verso del nostro inno nazionale, “Dall’Alpe a Sicilia, dovunque è Legnano”. E sempre nell’ottica della semplicità, abbiamo sfrondato da ogni fronzolo il logo ufficiale. Sarà quello con le sole tre lettere in campo lilla”.

Agli invitati è stata distribuita una brochure con il decalogo programmatico della presidenza Munafò. Ecco i dieci punti, una sintesi di quanto finora illustrato:

  1. Azzeramento dei debiti residui
  2. Riorganizzazione del consiglio direttivo
  3. Costituzione del Cda
  4. Riorganizzazione dell’immagine
  5. Progetto merchandising
  6. Campagna abbonamenti
  7. Potenziamento del settore giovanile
  8. Valorizzazione dei giovani atleti
  9. Riqualificazione dello stadio Mari
  10. Creazione di un network dedicato agli sponsor.

Su quest’ultimo punto il presidente ha voluto concludere la serata: una rete di interscambio mensile tra società e sponsor, in continuo contatto con l’imprenditoria a livello regionale.

Il nuovo corso è cominciato e il cambio di passo è apparso subito evidente.

 

esposito

Antonio Esposito nuovo team manager lilla

Una nuova figura si affianca alla squadra scelta dal presidente Giovanni Munafò, si tratta di Antonio Esposito, che ricoprirà il ruolo di team manager e che prenderà il posto di Mario Tajè, che ha dovuto lasciare per motivi personali.
Esposito ha un passato lilla, avendo militato nelle giovanili del Legnano degli anni 80 e una carriere da ex giocatore alle spalle, avendo militato in eccellenza ed interregionale.
L’ambiente legnanese non è nuovo per lui, infatti ha ricoperto il ruolo di dirigente accompagnatore per il Roncalli, ma soprattutto ha maturato esperienza come team manager nel Canazza Calcio ed Atletico Legnano, conquistando importanti risultati sportivi, oltre alla fiducia del presidente Munafò.

Proprio l’amicizia e la professionalità dimostrata negli anni trascorsi a Legnano, hanno fatto si che quando si è creata la necessità di avere un nuovo team manager, al Legnano Calcio non hanno avuto dubbi ed è bastata una telefonata per convincere Esposito.

Ma cosa ne pensa il neo manager lilla del nuovo Legnano Calcio ?

“È un progetto ambizioso ma alla portata, conosco Giovanni da tanti anni ed ha fatto bene ovunque è andato”

afferma Esposito, ed aggiunge che per lui sarà sia una sfida professionale che un importante palcoscenico. “Ci sarà molto da fare e sono pronto a farlo nel miglior modo possibile” aggiunge, ribadendo così la linea tracciata dal presidente lilla, che punta a ridare un’immagine professionale alla società, così come impone la storia ed il blasone dell’AC Legnano.

Il compito del nuovo team manager sarà dunque quello di coordinare i vari dirigenti della prima squadra, accogliere ed assistere le società ospiti e gestire gli aspetti tecnici legati allo stadio Mari.

Nel dare il benvenuto ad Antonio Esposito, l’AC Legnano desidera inoltre ringraziare Mario Tajè per il prezioso lavoro svolto in questi anni di collaborazione con la società lilla.

pallone

Riunione settore giovanile

Buonasera a tutti, con il presente messaggio vi comunichiamo che

venerdì 9 giugno alle ore 19.00, presso lo stadio Mari,

in via Palermo 33, a Legnano, il presidente dell’A. C. RONCALLI, Alfonso Costantino, e il presidente dell’AC LEGNANO, Giovanni Munafò, terranno

una riunione con tutti i genitori, atleti, dirigenti e allenatori delle due Società.

Nell’occasione verrà illustrato il programma per la prossima stagione sportiva.

notizie

Biglietteria aperta anche al sabato

Ricordiamo a tutti i tifosi lilla, che vogliono acquistare i biglietti per i play out,  che la biglietteria resterà aperta anche sabato mattina dalle 10 alle 12 e nel pomeriggio dalle 14:30 alle 16:30. Un motivo in più per essere tutti presenti domenica pomeriggio a Busto Garolfo, per la gara a turno unico che deciderà il cammino del Legnano Calcio. Vi aspettiamo quindi tutto allo stadio !!!

Biglietti

Bustese – Legnano: tutte le informazioni per i biglietti

Attenzione! Un’informazione fondamentale per tutti i tifosi lilla. Domani, martedì 16 maggio, inizia la prevendita dei biglietti per la partita dei play out Bustese-Legnano. Mentre sale l’attesa per l’incontro più importante dell’anno, la società ha predisposto la prevendita a prezzo unico: 10 euro.

Per acquistare i biglietti occorre presentarsi alla sede di via Palermo domani dalle 14.30 alle 18, e per tutti i pomeriggi successivi nella medesima fascia oraria, sabato compreso. La partita inizierà alle ore 16. In caso di parità dopo i 90 minuti si procederà alla disputa dei tempi supplementari. In caso di ulteriore parità sarà la Bustese a guadagnare la salvezza, potendo contare su due risultati su tre.

L’appello è più che mai accorato: tutti a Busto Garolfo per sostenere i ragazzi nell’incontro che vale la permanenza in serie D!

regolamento

Regolamento Play Out

Di seguito pubblichiamo il Comunicato Ufficiale N° 63 del 15/12/2016 della Federazione Italiana Giuoco Calcio che regola i Playout per la Serie D

 

PLAY-OUT

 

Premesso che le società classificate al 17° e 18° posto di ciascun girone nel corrente campionato retrocederanno automaticamente nel Campionato di Eccellenza Regionale, occorre preliminarmente considerare che lo svolgimento dell’attività  dei play-out può essere caratterizzata dalla eventualità che due o più squadre occupino, al termine del corrente campionato la penultima posizione in classifica a parità di punteggio o addirittura che tre o più squadre realizzino analogo punteggio occupando gli ultimi posti nella classifica finale.

Nelle ipotesi sopra rappresentate poiché viene a concretizzarsi irreversibilmente la definizione di una o di due retrocessioni dirette nel campionato di categoria inferiore, questo

Dipartimento ha stabilito che a fronte di siffatta eventualità organizzerà, prima dell’inizio dei play-out e distintamente per ciascun girone, la necessaria gara di spareggio per definire o completare il quadro delle squadre partecipanti a detta fase.

Lo svolgimento di dette gare di spareggio viene disciplinato dalle disposizioni contenute nell’art. 51 delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C. (incontri in campo neutro con eventuali tempi supplementari e calci di rigore con le modalità stabilite dalla Regola 7 delle Regole del Gioco).

In tale specifico contesto, nell’ulteriore ipotesi che due o più squadre occupino, al termine del corrente campionato, il 13° posto in classifica, al fine di stabilire la squadra che parteciperà alla gara di  play-out si applicherà la disposizione innanzi citata (art. 51 delle N.O.I.F.) così come prevista dal comma 6 che si riporta integralmente di seguito:

……omissis…..

al solo fine di individuare le squadre che hanno titolo a partecipare ai play off e play out dei campionati dilettantistici, in caso di parità di punteggio fra due o più squadre al termine dei campionati di competenza si procede alla compilazione di una graduatoria (c.d.”classifica avulsa”) fra le squadre interessate, tenendo conto, nell’ordine: – dei punti conseguiti negli incontri diretti fra tutte le squadre;

  • della differenza tra reti segnate e subite nei medesimi incontri;
  • della differenza tra reti segnate e subite nell’intero Campionato;
  • del maggior numero di reti segnate nell’intero Campionato; – del sorteggio.

Premesso quanto sopra e al fine di determinare le squadre che completeranno il quadro delle retrocessioni previste, si osserveranno i seguenti meccanismi che caratterizzano lo svolgimento della fase dei play-out.

Al termine della stagione sportiva, le squadre che si saranno classificate al 13°, 14°, 15° e 16° posto nei gironi, si incontreranno fra loro in gara di sola andata mediante i seguenti abbinamenti obbligati:

squadra classificata al 13° posto contro squadra classificata al 16° posto; squadra classificata al 14° posto contro squadra classificata al 15° posto;

A tale preciso riguardo si conferma che le squadre classificate al 13° e 14° posto  disputeranno la prevista gara in casa.

L’esito degli incontri così come sopra programmati determinerà la permanenza di due Società nell’organico di Serie D e, per contro, la ulteriore retrocessione di due Società nel Campionato di Eccellenza.

Nelle gare dei due accoppiamenti, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari verranno disputati due tempi supplementari e, persistendo parità, retrocederanno al

Campionato d’Eccellenza Regionale le squadre dei due accoppiamenti peggiori classificate al termine del Campionato.

 

Le squadre classificate al 16° posto sono invece retrocesse direttamente, senza la disputa delle gare di Play-out, se al termine del Campionato il distacco dalla 13° classificata è pari o superiore a punti 8.

Le squadre classificate al 15° posto sono invece retrocesse direttamente, senza la disputa delle gare di Play-out, se al termine del Campionato il distacco dalla 14° classificata è pari o superiore a punti 8.

 

L’applicazione della suddetta normativa può essere caratterizzata dalla eventualità che due o più squadre occupino, al termine del corrente campionato il 16° posto con un distacco dalla 13° classificata pari o superiore a punti 8. Nella fattispecie poiché viene a concretizzarsi irreversibilmente la definizione di una retrocessione diretta nel campionato di categoria inferiore, questo Dipartimento, in applicazione con quanto previsto dall’art.51 delle N.O.I.F. (formazione delle classifiche), ha stabilito che a fronte di tale eventualità organizzerà, prima dell’inizio dei play-out e distintamente per ciascun girone, la necessaria gara di spareggio per definire la squadra che a seguito del distacco pari o superiore a punti otto dalla 13° classificata è retrocessa direttamente senza la disputa dei play-out.

Lo svolgimento di dette gare di spareggio viene pertanto disciplinato dalle disposizioni contenute nell’art. 51 delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C. (incontri in campo neutro con eventuali tempi supplementari e calci di rigore con le modalità stabilite dalla Regola 7 delle Regole del Gioco).

La medesima procedura si applica, infine, anche nell’ipotesi in cui due o più squadre occupino al termine del corrente campionato il 15° posto con un distacco dalla 14° classificata pari o superiore a punti 8 al fine di stabilire la squadra retrocessa direttamente nel campionato di categoria inferiore.