Categoria: news

Trenchev convocato nella nazionale bulgara under 18

Una bella soddisfazione per il Legnano. Ivan Trenchev è stato convocato nella nazionale bulgara under 18 per il doppio incontro con i pari età della Georgia. Le due partite sono in programma a Sofia il 5 e il 7 giugno. Trenchev, pilastro della Juniores, è stata anche una delle note positive nella stagione della prima squadra. Le sue prestazioni nella parte finale del campionato non devono essere sfuggite al selezionatore bulgaro. Classe 2000, Ivan è un giocatore duttile che può giocare da mezzala, trequartista e attaccante esterno.

1247 euro per il Comitato Vajont, commossa Micaela Coletti

La solidarietà legnanese vince ancora. E’ giunta a conclusione la raccolta fondi in favore del Comitato Sopravvissuti del Vajont, promossa dall’ambasciatore lilla Giuseppe Calini e a cui il Legnano ha partecipato mettendo all’asta le magliette apposite indossate dai calciatori nell’incontro interno contro il San Colombano dello scorso 11 marzo. Nella giornata di oggi è stato comunicato ufficialmente l’esito della campagna benefica: sono stati raccolti ben 1247 euro, subito consegnati al presidente del Comitato Sopravvissuti, Micaela Coletti, la quale ha espresso un sentito ringraziamento a Calini e al Legnano: “Quando Giuseppe Calini mi ha parlato del suo progetto per aiutare, come dice lui concretamente, il Comitato Sopravvissuti Vajont, sono rimasta letteralmente spiazzata, perchè in tanti anni nessuno mai mi aveva fatto una proposta così! Quando poi mi ha spiegato che aveva contattato l’Ac Legnano, che avrebbe fatto indossare ai calciatori della maglie particolari con il logo anche del Comitato e che poi sarebbero state messe in vendita il mio stupore, assieme al mio ringraziamento per tutti coloro che hanno partecipato, è salito alle stelle. Spero davvero che queste maglie del calcio indossate da persone giovani rimangano nel cuore e nella mente di tutti come monito per far sì che nessuno abbia a dimenticare come e perché si è voluti arrivare alla morte di più di 2000 vittime innocenti. Vi porterò sempre nel cuore! Grazie”.
“Sono davvero contento – conclude Calini – Tutto è andato al di là di ogni più rosea aspettativa. Ringrazio il presidente Munafò, l’Ac Legnano, i sindaci, i tifosi e le associazioni che hanno partecipato, gremendo le serate di presentazione svoltesi perfino sotto la neve”.

Legnano-Accademia Pavese: tutto l’incasso per aiutare la piccola Gaia

Il Legnano, dopo la raccolta fondi per i sopravvissuti del Vajont, chiama nuovamente i tifosi a raccolta per un’importantissima opera di solidarietà. Domenica prossima, 8 aprile, ci sarà un motivo più importante di qualsiasi risultato sportivo per assistere all’ultimo incontro casalingo dei lilla. L’intero incasso di Legnano-Accademia Pavese sarà infatti devoluto al Comitato La Leoncina Gaia, creato il 6 novembre 2017 per fornire le cure, i medicinali e il sostegno logistico alla piccola Gaia, affetta da una rara malattia.
Il Comitato raccoglie fondi attraverso eventi benefici, culturali e attività ludiche con l’obiettivo di aiutare Gaia e sensibilizzare sulla difficile condizione di tutte le “famiglie rare”. Riempiamo il Mari per Gaia!

Munafò e gli Ultras bloccati ai cancelli: “E’ inammissibile”

“Inammissibile. Semplicemente inammissibile”. Il presidente Giovanni Munafò non usa mezzi termini per definire quanto accaduto ai cancelli dello stadio di Cesate. Il massimo dirigente lilla, con il direttore generale Capocci e ad altri membri dello staff del Legnano, è stato bloccato all’ingresso assieme agli Ultras della Nord. Il tutto per una partita sulla quale non era stato preso alcun provvedimento restrittivo da parte delle autorità competenti. La cosa che lascia ancora più sconcertati è che a bloccare l’entrata è stato un gruppo di tifosi del Saronno che si è barricato davanti alla biglietteria. A quel punto i Carabinieri, per tutelare l’incolumità dei dirigenti lilla, li hanno bloccati prima dello sbarramento.
“Siamo rimasti fuori fino al venticinquesimo minuto – racconta il presidente – perché questi tifosi hanno fatto barriera davanti al cancello. Solo l’intervento del presidente del Saronno, che ringrazio, ha consentito a me e ai collaboratori di entrare. Ma gli Ultras sono dovuti restare fuori, e questo è inammissibile. A un quarto d’ora il segretario Lino Bonsignori mi chiedeva di andare all’ingresso, in quanto i Carabinieri chiedevano un colloquio per far accedere i tifosi allo stadio. Sono andato dai ragazzi della Nord a dirglielo ma hanno risposto che se erano rimasti fuori per 75 minuti, sarebbero rimasti fuori anche per gli ultimi 15. E al termine della partita sono andati a casa senza creare alcun problema. Questo è un comportamento encomiabile per il quale voglio ringraziarli ed elogiarli pubblicamente. Anche il rifiuto di entrare è stato un gesto di coerenza. Hanno preso acqua per un’ora e mezza pur di stare vicini alla squadra. E non gli è stato permesso di assistere alla partita nonostante ne avessero pieno diritto. Per questo torto chiederò chiarimenti agli organi competenti”.
Munafò sottolinea anche due altri punti scottanti: “Gli agenti potevano chiedere agli Ultras del Saronno di spostarsi. E’ quello che ho suggerito. Non sono stato ascoltato, col risultato di lasciare noi e i ragazzi della Nord sotto scacco da parte di una minoranza di supporter saronnesi. Erano presenti molti agenti, non c’era nemmeno il problema della disparità o della carenza di forze. E mi è stato chiesto se me la sentivo di garantire la sicurezza. Ho semplicemente risposto che quello era compito loro, non mio”.

Magliette per il Vajont: è scattata l’asta

E’ partita l’asta benefica per i sopravvissuti del Vajont. L’iniziativa creata dall’ambasciatore lilla Giuseppe Calini e dall’Ac Legnano per sostenere il Comitato dei Sopravvissuti ha già vissuto alcune tappe, ma da ieri, giovedì 15 marzo, è partita quella più concreta: la vendita delle magliette con la scritta Vajont, il logo della Città di Legnano e quello dell’Us Legnanese, indossate dai giocatori del Legnano nella partita contro il San Colombano, lo scorso 11 marzo. Ogni giorno verrà messa all’asta per 24 ore, su e-bay (qui il link) una casacca, in ordine casuale.

Per curiosità, la prima è la numero 3, portata in campo da Paolo Scarcella. La base d’asta sarà sempre di 30 euro.
Le magliette aggiudicate possono essere ricevute a domicilio tramite spedizione con raccomandata del costo complessivo (busta + imballo) di 10 euro. Chi vuole evitare questo costo aggiuntivo, previo accordo, può ritirare la maglia direttamente. Tutto il ricavato andrà a favore del Comitato Sopravvissuti Vajont, presieduto da Micaela Coletti.

Saronno-Legnano, accesso libero ai tifosi lilla

Via libera ai tifosi lilla per la trasferta di domenica a Saronno. L’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive non ha incluso la partita, una delle classicissime dell’Alto Milanese, nell’elenco delle gare potenzialmente pericolose. All’andata, al Mari, filò tutto liscio come l’olio. Ed è la motivazione principale per cui ora l’accesso all’impianto di Cesate sarà libero, senza alcun tipo di limitazione per i tifosi provenienti da Legnano.
Ovviamente si fa appello alle due tifoserie perchè mantengano un comportamento corretto. La partita è d’importanza fondamentale per il Legnano, per tenere vive le speranze di accesso ai play off.

Giovanni Munafò compie 37 anni: auguri presidentissimo!

Augurissimi presidente! Giovanni Munafò compie oggi 37 anni. In nove mesi alla guida del Legnano ha completamente cambiato volto alla società: ha ridisegnato lo staff dirigenziale, riconquistato l’affetto incondizionato del pubblico, allestito un network di sponsor senza precedenti, ricostruito un’immagine degna della storia lilla, realizzato un mercato sontuoso con sforzi e sacrifici pesanti ma senza venir meno al rigore del padre di famiglia.
Il tutto solo per amore dei colori lilla. Il regalo più bello, ora, possono farglielo solo i giocatori: la promozione in D. Dopo tutte le difficoltà incontrate, un finale vincente è ciò che può ripagare il presidente degli sforzi fatti.

Congratulazioni Ettore, il Capitano è diventato Dottore

Congratulazioni Capitano! Ettore Provasio, titolare della prestigiosa fascia al braccio del Legnano, ieri si è cinto della corona di alloro. All’Università San Raffaele di Roma Ettore ha ottenuto la laurea triennale in Scienze Motorie, discutendo una tesi intrigante: il costo in denaro di ogni punto in classifica conquistato dalle prime squadre dei campionati più prestigiosi d’Europa, cioè Liga, Serie A, Premier League e Bundesliga. Tutto calcolato sugli ultimi cinque anni di risultati.
Un lavoro eccellente, che ha permesso al nostro capitano di raggiungere una votazione di 104/110. A Ettore Provasio i complimenti più vivi da parte della dirigenza e della tifoseria lilla, augurandoci che guidi anche il Legnano a… laurearsi campione.

Fanfulla-Legnano, le istruzioni per facilitare i tifosi lilla

Sale l’attesa per il big match Cavenago Fanfulla-Legnano. L’incontro è previsto alla Dossenina di Lodi giovedì 8 marzo, alle 20.30. In previsione dell’arrivo di numerosi tifosi lilla, la società lodigiana ha comunicato le istruzioni per il parcheggio e l’ingresso allo stadio, in ottemperanza alle istruzioni della Questura. Tutti i supporter del Legnano hanno a disposizione l’ampio parcheggio di via Bergognone. E dovranno entrare allo stadio dall’ingresso posto sulla stessa via. Il prezzo in curva è di 6 euro.