Categoria: pre partita

Tomasoni: “Giochiamo per i tifosi, per la dignità e per la maglia”

“Giochiamo per onorare la maglia, per i nostri tifosi e perchè è nostro dovere dare il massimo fino in fondo come se tutto fosse ancora in palio”. Mister Paolo Tomasoni dà un significato speciale agli ultimi tre incontri di questa sfortunata stagione: un significato che parla di dignità, di fair play, di rapporto con gli impareggiabili tifosi lilla. Valori portanti per una società gloriosa come il Legnano.
Domani contro l’Accademia Pavese, per l’ultima uscita al Mari, in campo giocherà la formazione titolare, al netto degli infortuni. Anedda sarà quindi in porta, De Angelis tornerà titolare sulla sinistra e Scarcella affiancherà Bianchi in mezzo, con Ortolani sulla destra. Assenti Bottone e Trabuio per infortunio, la mediana sarà formata da Mavilla e Provasio in posizione di mezzala e da Crea sulla tre quarti. Myrteza, Grasso e Romano costituiranno il tridente offensivo.
“Giochiamo per il pubblico del Mari e soprattutto per i ragazzi della Nord – conclude Tomasoni – Ci sono sempre stati vicini, anche nei momenti peggiori. Meritano di vedere un finale di campionato all’altezza”.
Fischio d’inizio alle 15.30. La partita avrà uno scopo benefico fondamentale: raccogliere fondi per la piccola Gaia, bambina che lotta contro una malattia rara e a cui servono cure e sostegno. Il pubblico lilla può aiutarla a vincere la sfida più importante.

De Angelis

Con la Castellanzese confermato l’undici di Saronno

Squadra che stravince non si cambia. Il Legnano scende in campo a Castellanza con la stessa formazione del 6-0 di Saronno. “Nessun motivo per cambiare – commenta mister Tomasoni – Domenica abbiamo fatto molto bene soprattutto nel secondo tempo, ma nel primo abbiamo commesso ancora l’errore di non chiudere la partita. Ora non dobbiamo mollare, saranno gli scontri diretti a decidere tutto”.
Contro la squadra del presidente Affetti, storico tifoso lilla, per la prima volta il calcio d’inizio sarà dato alle 15.30, per via dell’entrata in vigore dell’ora legale. Il Legnano non ha squalificati, mentre ci sono ancora due assenze per quanto riguarda gli infortunati: sono Trabuio e Bonomi, i due 98 di centrocampo. Una ragione in più, oltre alla conferma dell’undici di Saronno, per rivedere in campo da titolare Ivan Trenchev. Sono invece recuperati Mavilla, che potrà giocare con una mascherina ma partirà dalla panchina, e De Angelis (nella foto), anche lui non in campo dall’inizio ma disponibile a subentrare. Fulcro del gioco sarà ancora Crea, mentre il compito di risolverla davanti toccherà a Myrteza, Panigada e Romano.

azzolin

Per la classicissima di Saronno si punta su Crea e Azzolin

Ha il sapore di un’ultima spiaggia per i play off ed è una classicissima molto sentita. Due motivi per non sottovalutare il Saronno e andare a conquistare i tre punti. Domani a Cesate (ultimo incontro con inizio alle 14.30 prima del cambio dell’ora) il Legnano si gioca tanto, tantissimo.
Il pareggio infrasettimanale di Cassano è stata una doccia fredda e ora non si può più sbagliare: “Abbiamo meritato di vincere – commenta mister Tomasoni – pur avendo giocato in modo poco brillante. Dobbiamo dimenticare i cinque pali colpiti e concentrarci sul Saronno, squadra che viene da due risultati positivi e sta vivendo un buon momento a onta della classifica”.
Il tecnico lilla non deve fronteggiare squalificati, ma l’infermeria vede ancora degenti Trabuio e Mavilla. Buone notizie per De Angelis, che ha ripreso ad allenarsi pienamente ma che non potrà essere nemmeno in panchina.
Crea e Azzolini (nella foto) saranno titolari, a centrocampo verrà lanciato Trenchev dal primo minuto, mentre davanti, con Myrteza, giocheranno Romano e Panigada.

simone crea

Trasferta a Cassano, Tomasoni punta su Crea

Un avversario pericoloso e imprevedibile. Il Legnano si prepara alla trasferta di Cassano Magnago contro un Union villa reduce, se si eccettua la sconfitta di misura contro l’Accademia Pavese, da una serie di risultati positivi anche roboanti (ricordiamo il 6-0 esterno a Saronno e il 3-2 esterno con l’Alcione).
Una partita difficile che i lilla non possono sbagliare se vogliono continuare a lottare per i play off. Per questo insidioso e fondamentale match l’arma in più su cui punta mister Tomasoni è Simone Crea, al rientro dopo aver scontato la squalifica. “Un giocatore fondamentale – commenta il tecnico -Devo fare la difficile scelta di chi sacrificare, e con la regola degli under dev’essere per forza un altro “over””.
Ancora infortunati Trabuio, De Angelis e Mavilla, non ci sono altri giocatori in infermeria nè squalificati. Tomasoni dovrà decidere tra Scarcella e Azzolin in fascia, e su chi sacrificare in attacco, essendo obbligatorio l’impiego di Myrteza.
L’incontro inizierà alle 15.30 al campo di via Piave.

simone crea

Legnano a Lodi senza Mavilla, ma Crea in campo dall’inizio

Un appuntamento da non sbagliare in casa della prima della classe. Il Legnano va ad affrontare la capolista Cavenago Fanfulla sul terreno della Dossenina. I lodigiani sono lanciatissimi verso la vittoria finale grazie a un eccellente avvio del girone di ritorno, mentre i lilla devono dare un segnale forte di ripresa dopo la bruttissima sconfitta interna contro il Lomellina. Bisogna pensare davvero partita per partita, visto che la vetta si è allontanata in modo forse irrimediabile e ci sono i play off da conquistare.
Tomasoni deve fare i conti con un’infermeria piuttosto affollata: Mavilla, dopo la frattura al naso rimediata con il Lomellina, non si è allenato, De Angelis ha ripreso in settimana e non è ancora pronto per i 90 minuti, mentre Trabuio è ormai lungodegente. Anedda da tempo si trascina un problema alla caviglia ma è stato tenuto a riposo prudenziale oggi per poterci essere domani.
Il Legnano schiererà Ortolani e Scarcella in fascia, Bianchi e Mele al centro, Bottone davanti alla difesa. Il centrocampo sarà completato da uno tra Bonomi e Trenchjev, con il ragazzo della Juniores favorito, e da Crea. In attacco sicuri Myrteza e Grasso, mentre il posto di centravanti questa volta è conteso tra Panigada e Romano.
Il capitano Provasio, che oggi ha vissuto una giornata importante avendo discusso la tesi di laurea, partirà dalla panchina.
“Intanto facciamo i complimenti a Ettore – commenta Tomasoni – Affrontiamo la squadra più forte, meritatamente prima, ma se diamo tutto possiamo dire la nostra. Da qui alla fine ci saranno molte sorprese, quindi non molliamo e lottiamo fino in fondo”.
Inizio alle 20.30.

Bonomi

Il Legnano recupera Scarcella e Bonomi, la squalifica ferma Azzolin

Pericolo neve e Burian su Legnano-Lomellina. Le condizioni meteo siberiane, annunciate dalle previsioni, potrebbero causare non pochi problemi alle due squadre. Al momento, benchè sia annunciata neve nella notte, tutto è normale, ma domani dovremmo avere una giornata gelida e un campo a rischio di imbiancamento.
Al netto di quest’incognita, i lilla recuperano Scarcella e Bonomi, mentre per De Angelis occorrerà aspettare ancora una settimana e così per Trabuio. E perdono Azzolin per squalifica, dopo l’ammonizione a Lazzate. Paradossalmente, questo facilita le scelte perché l’incastro degli under è obbligato e anche sui veterani quasi tutto è incanalato dalla contingenza. Al centro della difesa giocheranno Bianchi e Mele, una riedizione della difesa che tre anni fa appariva imperforabile in Eccellenza. Scarcella giocherà in fascia al posto di Azzolin. Bottone e Mavilla si contenderanno la maglia di regista, con Provasio e Bonomi (nella foto) a completare la mediana. Davanti Myrteza cercherà di innescare Grasso e Romano.
“Attenzione al Lomellina in cerca di punti salvezza – sottolinea Tomasoni – Non possiamo più permetterci nessun passo falso, per questo dobbiamo entrare in campo determinati e lucidi. L’unica missione è la vittoria”.

Tomasoni punta forte su Grasso, defezioni in difesa

E’ tutto pronto per il debutto del Legnano di Paolo Tomasoni. Il ritorno in panchina del mister protagonista della spettacolare rimonta nell’ultimo campionato deve fare i conti con un problema che finora non si era mai presentato: la difesa è letteralmente decimata. Mancano infatti Mele, squalificato, e purtroppo De Angelis, ancora alle prese con problemi fisici, mentre Scarcella sta lottando con i postumi della botta rimediata a sesto, ma potrebbe farcela.
Solo in caso di un suo forfait, Tomasoni sarà costretto ad arretrare Bottone sulla linea dei difensori, al fianco a Bianchi, con Azzolin e Ortolani in fascia e Mavilla in regia. Altrimenti Bottone prenderà regolarmente posto davanti alla difesa.
Il centrocampo sarà completato da Provasio e Bonomi, perchè Trabuio è infortunato, mentre davanti dovrà esserci per forza Myrteza nella casella 99. Romano è intoccabile, resta un posto tra Grasso (nella foto), Crea e Panigada. I segnali dati dal primo sembrano molto forti, per cui potrebbe essere la sua ora, con i due pezzi da Novanta a formare una panchina “deluxe”.
Di fronte ci sarà il Gaggiano: all’andata fu pareggio, nel debutto del Legnano di Rovellini. Alla squadra milanese tocca quindi il secondo battesimo di un nuovo mister lilla. L’imperativo sono i tre punti. “Loro hanno superato un periodo negativo – spiega Tomasoni – e potrebbero essere galvanizzati dalla vittoria interna contro il Saronno. Ma noi dobbiamo pensare solo a noi stessi, a esprimerci al massimo. Abbiamo i mezzi per fare tutto”.

simone crea

Crea sarà il faro lilla a Sesto Calende

Il Legnano continua l’inseguimento alla vetta ripartendo da Crea. Il fantasista lilla sarà il faro della squadra che domani scenderà in campo contro la Sestese. La notizia positiva è che tutta la rosa è disponibile: nessun infortunato, nessuno squalificato, nessun ammalato.
Ritorna De Angelis, quasi certamente in campo. In difesa sicuri Anedda, Ortolani e Mele. Scarcella e Bianchi si giocheranno l’ultimo posto. Verrà riproposto Bottone davanti alla difesa, dopo l’ottima prova contro l’Alcione. Mavilla quindi partirà in panchina. A fianco di capitan Provasio, Rovellini sceglierà all’ultimo momento tra Trabuio e Bonomi.
Simone Crea sulle tre quarti avrà il compito di innescare le due punte. Romano è intoccabile per ovvi motivi di rendimento. Il secondo posto se lo giocheranno Panigada e Grasso.
“Conosco tutto della Sestese – spiega il tecnico lilla – Ambiente, allenatore, giocatori. Una squadra difficile, con un attacco veloce e ottime ripartenze. Ai ragazzi ho spiegato tutto”.
Inizio alle 14 al centro sportivo di Sesto Calende.

Myrteza

De Angelis indisponibile contro il Calvairate: pronto Myrteza

Una partita che vale una finale di Champions. Per il Legnano saranno tutte così, da qui in poi. Dopo il pareggio contro il Vigevano, incontro che ha fatto molto male e ha insegnato altrettanto, la squadra è chiamata all’immediato riscatto contro il Calvairate. Si gioca domani sul campo sintetico di via Leopardi, a Vimodrone, con inizio alle 14.30. Per mister Rovellini c’è un problema inatteso: Nicholas De Angelis non potrà essere della partita per problemi fisici. Automatico, quindi, l’impiego di Myrteza (nella foto) in avanti. Difficile anche la presenza di Bonomi, per una botta rimediata in allenamento: è pronto Trabuio, che ha recuperato.
I conti sui sacrifici necessari sono presto fatti: in difesa rientra certamente Azzolin, ma dovrà restare fuori uno tra Bianchi, Scarcella e Mele. A metà campo i sacrifici maggiori, con due tra Mavilla, Bottone, Provasio e Crea costretti a partire dalla panchina. Davanti non troverà posto uno tra Romano, Panigada e Grasso.
“Lo spirito dev’essere quello che chi è in panchina è altrettanto determinante di chi scende in campo – spiega Rovellini – Questa dev’essere la filosofia del Legnano da qui alla fine. Davanti avremo un avversario difficile, tosto fisicamente, compatto, una squadra dove tutti si aiutano e dove Lolli rappresenta la punta di diamante. Ho provato un paio di moduli, ma è la mentalità che mi interessa. Con cinque cambi tutti possono entrare e determninare la partita”.
Dalla Juniores verrà portato un elemento di cambio per la casella dei 99: il prescelto è Rinaldi.

simone crea

Crea influenzato, Rovellini schiera i tre big a centrocampo

Rombano i motori. Finalmente si riparte dopo la lunga pausa di fine anno. Il Legnano ricomincia dalle mura amiche del Mari: la sfida con il Città di Vigevano vede i lilla favoriti, ma proprio questo è il rischio. Non si può assolutamente sbagliare.
Mister Rovellini è alle prese con un problema: Simone Crea è nel pieno dell’influenza di stagione. E’ febbricitante da inizio settimana e non si è allenato. Non facile il suo recupero e comunque sarà impossibile vederlo in campo per novanta minuti. Mancherà anche Massimo Trabuio, per un infortunio alla caviglia patito venerdì scorso, prima dell’amichevole a Solaro.
“Fino all’ultimo con l’influenza che dilaga non si sa mai che cosa succede – commenta Rovellini – Certamente davanti giocheranno Panigada e Romano, dietro Ortolani e De Angelis in fascia, e al centro Mele e uno tra Bianchi e Scarcella”.
A metà campo è sicuro l’impiego di Bonomi, per la casella 98 e perchè Mattia sta dando ampie garanzie di rendimento. Al suo fianco i tre big: Mavilla, Bottone e Provasio. Da vedere se il modulo sarà il 4-4-2 o il 4-3-1-2 con Provasio alle spalle delle punte. Appare più probabile la seconda soluzione.
“Il pericolo è l’abbassamento di tensione – conclude Rovellini – Temo più questa partita dello scontro diretto col Verbano. Se vinci alla fine sembrerà facile, ma non lo è affatto all’inizio”.
La partita, prima del girone di ritorno, inizierà alle 14.30