Il presidente: “Se raggiungiamo la D resto”

L’annuncio del presidente Giovanni Munafò è il più atteso dai tifosi lilla: “Sì se raggiungiamo la D resto. Io e la compagine societaria vogliamo provare l’esperienza di un campionato semiprofessionistico dopo due anni difficili e pieni di sacrifici”.

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

Non ci sono stati quindi avvicinamenti da parte di persone o cordate interessate alla società? “Assolutamente no. Se ci fosse qualcuno seriamente intenzionato a rilevare il Legnano i vertici societari sono apertissimi a un incontro e a un confronto. Saranno valutate le potenzialità e la serietà dei pretendenti, perché mai lasceremo la nostra gloriosa società nelle mani di persone che non siano affidabili al cento per cento o senza possibilità di dare al Legnano certezze sul futuro”.

Intanto il cammino verso la D propone un finale avvincente. E’ soddisfatto del cammino della squadra? “Mi ritengo soddisfatto parzialmente, perché abbiamo raggiunto l’obiettivo minimo. Minimo ma fondamentale. L’obiettivo è vincere i play off e salire. Do merito ai giocatori, allo staff tecnico e alla società per essere arrivati a giocarci la promozione. Chiedo il massimo impegno ai ragazzi, e ai tifosi di essere presenti in massa negli spareggi, partite tiratissime ed emozionanti dove servirà essere tutti uniti per la causa. Nei play off diremo la nostra fino in fondo: rispetto per tutti e paura di nessuno. Con le nostre dirette concorrenti abbiamo sempre fatto benissimo. Con il Verbano, unica sconfitta, avevamo fuori tutta la difesa titolare. E non dimentichiamo che il campionato è pesantemente falsato. Varesina e Fenegrò, con cui ci giochiamo il secondo posto, non hanno dovuto giocare con il Varese”.