Tag: società

Ac Legnano, accordo siglato con il Gruppo Poli

Nei giorni scorsi, il nostro presidente Giovanni Munafò ha sottoscritto un importantissimo accordo di collaborazione con il GRUPPO POLI, rappresentato da Luigi Poli. Da questa stagione infatti i giocatori e lo staff della prima squadra, prima di ogni impegno casalingo, saranno ospiti dei ristoranti LA FORNACE e LA GUARDIA. Anche Luigi Poli, come altri importanti imprenditori e professionisti legnanesi, ha deciso di credere nel nostro progetto e affiancare l’immagine del suo gruppo alla nostra storica società.
La collaborazione con Luigi Poli sarà inoltre un nuovo stimolo per rafforzare il piano di comunicazione e marketing intrapreso dal vicepresidente Tomasich che mira al riavvicinamento del mondo imprenditoriale legnanese.
AC Legnano ringrazia ancora una volta il GRUPPO POLI per la fiducia accordata al nuovo progetto.

Marcello Barone porta la sua creatività in consiglio

Il consiglio dell’Ac Legnano si allarga ulteriormente, accogliendo un altro cittadino legnanese doc: Marcello Barone. Laureato alla Facoltà di Desing presso il Politecnico di Milano, con una specializzazione in Movie Design e 3D Character Animation e Professore di computer grafica presso la medesima facoltà, vanta esperienze di docenza e di gestione del lavoro in team scolastici per progetti promossi dalla Comunità Europea, attraverso i quali ha sviluppato e maturato la propria cultura ed esperienza.
Attivo dal 2000 nel mondo del design e della comunicazione multimediale, sviluppa durante questi anni competenze nel campo della Regia, della Direzione della Fotografia, e come Direttore Tecnico, realizzando prodotti dal forte impatto emozionale e suggestivo, che uniscono creatività e innovation tecnology grazie ai quali fonde talenti diversi e specializzati.
Oggi è il titolare della Digital Media Agency VELVET CREATIVE, con progetti realizzati per brand quali IBM, Google, Reckitt Benckiser, Bayer, Menarini, Chiesi, Unicredit Banca, Whyrlpool, Rancilio, Cimbali/Faema, DeLonghi, Lavazza e molti altri.
Tra le caratteristiche che lo contraddistinguono ci sono la creatività, intesa come originalità, ispirazione e immaginazione, e la ricerca, intesa come progettazione e innovation technology. Trascendere l’ordinario, pensare fuori dagli schemi alla ricerca di soluzioni ispirate e coinvolgenti: questi gli scopi del suo meticoloso lavoro.
Cittadino legnanese modello, attivo in seno alla Famiglia Legnanese come membro e poi Presidente del gruppo Giovani, è un pilastro della Contrada San Martino, per la quale ha ricoperto diverse cariche sino a divenirne Capitano nell’anno paliesco 2008/2009.

Nuovo, prestigioso arrivo nel consiglio lilla: c’è Stefano Scarazza

Un nuovo, prestigioso ingresso nel consiglio dell’Ac Legnano. Si tratta di Stefano Scarazza, dal 2015 Responsabile Commerciale Vendite di Oxitel, con sede in Italia. In questi ruoli, Scarazza si occupa di sviluppare nuove opportunità di business, gestire la rete di agenti in Italia e ampliare alleanze strategiche per l’acquisizione di nuovi clienti nel mondo. Collabora nello stesso tempo con un’azienda italiana di I.T. con sede a Gallarate.
Nato a Milano il 27 novembre 1962, il manager ha alle spalle una lunga carriera in aziende primarie del settore informatico, iniziata con Goal Systems International. Successivamente ha maturato esperienze nell’area commerciale in Pilot Executive Software, Legent, Computer Associates e Bmc software, in qualità di Sales Manager. E’ membro dell’Executive Bord di Enterprise Ericsson, azienda leader nella telefonia, di Orsyp e di Parasoft, azienda di Los Angeles.
Oltre che manager di altissimo livello, Scarazza è un protagonista della vita legnanese: nel 2013-2014 è stato Gran Priore della Contrada San Martino. Diventa sempre più forte la connotazione legnanese del direttivo lilla, con personaggi di alto profilo.

Entra in consiglio l’avvocato Sandro Cannalire

Il consiglio lilla diventa sempre più forte. Dopo l’ingresso dell’imprenditore Pierino Ferrario, un’altra importante new entry va a dare linfa alla compagine societaria dell’Ac Legnano: è quella di Sandro Cannalire, noto avvocato della città da sempre vicino ai colori lilla. Il presidente Giovanni Munafò commenta così il nuovo ingresso: “Sandro, oltre che un amico di famiglia e illustre personaggio di Legnano, è da sempre vicino ai nostri gloriosi colori. Sono felice che un altro legnanese sia entrato nella nostra grande famiglia, sarà un valido consigliere e sicuramente potrà darci consigli preziosi per il bene della nostra società”.

Il consiglio lilla dà il benvenuto a Pierino Ferrario

Un nuovo, importante ingresso nella compagine societaria dell’Ac Legnano. Nel consiglio è infatti entrato Pierino Ferrario, imprenditore tra i più noti e apprezzati della città, celebre nel panorama legnanese anche per la sua intensa attività nel mondo del Palio e per il suo impegno nella contrada di Legnarello, all’interno della quale ha ricoperto molti ruoli di rilievo. Storico tifoso lilla, Ferrario col suo ingresso lancia un messaggio importante al tessuto imprenditoriale cittadino, come sottolinea il presidente Giovanni Munafò: “Do il benvenuto con grande piacere all’amico Pierino. Speriamo ora che molti protagonisti dell’imprenditoria locale ne seguano la tracce e si avvicinino ai gloriosi colori lilla”.
Un appello che ha già avuto un primo riscontro di alto livello: entro fine giugno, infatti, entrerà nel consiglio societario un importante avvocato di Legnano.

giovanni munafò

Il nuovo Legnano si presenterà ai tifosi il 28 luglio

Il nuovo Legnano è in rampa di lancio e si appresta ad accendere i motori. La società è alacremente al lavoro per allestire la nuova squadra, un lavoro iniziato senza indugi e che verrà completato con i giusti tempi. Il presidente Giovanni Munafò ha già annunciato i primi due appuntamenti ufficiali: la conferenza stampa per l’illustrazione della nuova stagione, fissata nella sala stampa del Mari per martedì 3 luglio alle ore 19; e la presentazione della Prima Squadra e della Juniores, al Mari, sabato 28 luglio alle 21.30.

Munafò: “Dobbiamo ritrovare serenità, no alle decisioni avventate”

“Dico no alle decisioni avventate e sì a ritrovare la serenità”. Il presidente Giovanni Munafò chiama a raccolta giocatori, staff tecnico e tifosi. Con un scopo: restare uniti. Più che mai in questo momento il mondo lilla ha bisogno di allentare la pressione e mantenere la coesione tra tutte le sue componenti.
“Ai tifosi chiedo più che mai ora di essere vicini alla squadra, di continuare a fare ciò che hanno sempre fatto. Abbiamo bisogno di loro. Prendere decisioni sull’onda emotiva in questo momento non ha senso. Sappiamo tutti che questa squadra ha potenzialità enormi: dobbiamo capire perché non riesce a esprimerle in campo. Mi confronterò subito con mister Rovellini, profondamente ma serenamente, per capire che cosa non va, se si tratta di problemi tecnici, tattici e psicologici. Gli rinnovo la mia totale fiducia. In settimana parlerò anche con tutti i giocatori, con lo stesso spirito”.
Gli obiettivi non cambiano: “Il primo posto è lontano, ma non ci arrendiamo di certo. Abbiamo sempre l’opzione play off come seconda via per la promozione. La società, la piazza e i giocatori hanno un solo obiettivo: salire in serie D. Gli ultimi risultati sono stati deludenti, ma un pareggio esterno a Calvairate, in un cammino comunque duro, può anche starci. E’ lo 0-0 al Mari contro il Vigevano che non posso accettare”.
Il presidente interviene anche sull’episodio che ha visto protagonista Simone Crea. Un episodio da disinnescare subito: “Mi è stato detto che si è tolto la maglia con un gesto di stizza. Io ero già uscito e non ho visto nulla, ma vi assicuro una cosa: Simone è legatissimo al Legnano e alla maglia lilla. Non gli passerebbe mai per la testa di compiere un gesto irrispettoso verso i nostri colori. Era un momento di rabbia nei confronti di una decisione del direttore di gara che riteneva ingiusta. Un attimo di rabbia comprensibile e non certo rivolto alla maglia, anzi. Mi è piaciuto il confronto leale della squadra con gli Ultras a fine partita: è giusto che i giocatori ascoltino i tifosi a cui devono tanto. Sempre in uno spirito leale e con i toni opportuni”.

Diego Munafò è il nuovo presidente onorario del Legnano

Nuova nomina ai vertici del Legnano: Diego Munafò, 41 anni, avvocato, è da ieri il nuovo presidente onorario della società lilla. Il presidente Giovanni Munafò e i due vice Simone Fraietta e Alberto Tomasich hanno voluto compiere un gesto molto significativo per riconoscere l’impegno da lui profuso in questi mesi al servizio della causa lilla.
“Gli porgo i migliori auguri di buon lavoro – sono le parole di Giovanni Munafò – E’ giusto, oltre che opportuno, che Diego possa operare con un incarico ufficiale”.

regolamento

Punto di penalizzazione: Munafò a Roma per l’udienza

Alla caccia del punto perduto. Il presidente Giovanni Munafò e l’avvocato Nucera si recheranno domani a Roma per l’udienza riguardante il punto di penalizzazione comminato al Legnano. La società lilla ha presentato ricorso chiedendo la restituzione del punto, avvalendosi dell’analogia con il caso del Lecco, che ha riavuto il suo punto dopo aver percorso un iter del tutto simile a quello del Legnano. Simile anche la causa che aveva portato alla penalità: stipendi arretrati non corrisposti da una precedente proprietà.
Il verdetto sarà reso noto giovedì 9 novembre.

Francesco Cuscunà

Si sono dimessi il direttore sportivo Cuscunà e l’allenatore Bulanti

L’Ac Legnano comunica di aver ricevuto le dimissioni del direttore sportivo, Francesco Cuscunà, e dell’allenatore in seconda, Claudio Bulanti, dopo la partita contro il Verbano. “Ringraziamo entrambi – sottolinea il presidente Munafò – per la fattiva collaborazione e la professionalità dimostrata, augurando loro le migliori soddisfazioni nei loro futuri incarichi nel mondo del calcio”.
L’incarico di direttore sportivo sarà ricoperto dall’attuale direttore generale Aldo Capocci.