Un ottimo Legnano pareggia “il clàsico” con il Fanfulla

LEGNANO-CAVENAGO FANFULLA 1-1 (1-1)

News offerta da:

LEGNANO: Romanò, Ortolani, Azzolin, Mavilla (30′ st Leotta), Scarcella. Mele, Bonomi (27′ st Trabuio), Provasio, Felipe, Crea (23′ st Panigada), Myrteza (43′ st De Angelis). All. Rovellini.
CAVENAGO FANFULLA: Ballerini, Oddone, Colombi, Palmieri (26′ st Arodi), Lallo (9′ st Cospito), Patrini, Zingari (44′ st Cambielli), Brognoli, Battaglino, Ghizzoni (1′ st Nikolov). All. Ciceri.

MARCATORI: 18′ pt Zingari, 26′ pt Provasio.

Una grande classica che ha onorato la sua fama. Legnano-Fanfulla (non ce ne vogliano gli amici lodigiani ma ci piace chiamarla così) è stata una partita bella, tesa, emozionante e ben giocata da entrambe le formazioni. La qualità dello spettacolo ha perfino fatto dimenticare ai tifosi lilla di non aver portato a casa l’intera posta.
Il Legnano è stato decisamente superiore nel primo tempo, con un Crea ispirato alle spalle delle punte, un centrocampo intenso e concentrato dove Mavilla ha brillato nonostante le precarie condizioni e dove si è visto il miglior Provasio assieme a un positivo Bonomi, inserito da Rovellini al posto di Trabuioo, anche lui alle prese con problemi. Perfetta la difesa: Mele e Scarcella non hanno concesso nulla, Azzolin e Ortolani sono stati due stantuffi instancabili. L’unica disattenzione, il troppo spazio lasciato a Zingari sul bellissimo tiro al sette che ha portato in vantaggio gli ospiti, è stato pagato caro.
Provasio ha trovato subito il pareggio appoggiando di testa nell’angolo una perfetta imbeccata di Crea. In questo caso è stata la difesa del Fanfulla a lasciare colpevolmente libero il capitano lilla. Anche senza occasioni clamorose, il Legnano si è però avvicinato al gol con le conclusioni di Myrteza (tuffo di Ballerini a deviare) e Felipe (a fil di palo). Buona la partita del bomber, anche se a mancare è stata proprio la conclusione. Il pubblico ha approvato a suon di applausi la bella prestazione della squadra.
Nella ripresa il Fanfulla è rientrato con un piglio più deciso e propositivo, andando vicinissimo al gol in apertura con Nikolov. La frazione è stata equilibrata, anche se più spezzettata. L’ingresso di Panigada si è sentito, con un paio di penetrazioni in dribbling di quelle che esaltano i tifosi: sulla seconda, dopo aver superato almeno quattro avversari, Panigator è stato atterrato, ma l’arbitro non ha ravvisato gli estremi del rigore.
Alla fine i lilla portano a casa un punto e, più importante, la consapevolezza della propria forza. Idem per il Fanfulla, che ha mostrato le qualità che lo candidano, con noi e poche altre, alla vittoria in campionato.
Domenica si conclude la settimana tiratissima del girone A: per il Legnano trasferta a San Colombano.