Si ricomincia! Al Mari lilla contro la Castanese

Si ricomincia. Finalmente per tutti gli appassionati di calcio e soprattutto di colori lilla. Domani al Mari riprende il campionato con la prima giornata di ritorno: avversaria la Castanese, società neopromossa che a dicembre ha condotto un ottimo mercato di rafforzamento e che va presa con le pinze.

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

Il Legnano lo sa e non deve commettere più gli errori che hanno contraddistinto troppe partite casalinghe nell’andata. La squadra ha ritrovato la giusta condizione mentale grazie alle ultime due vittorie in campionato e al lavoro della società e di mister Fiorito. Sono risolti i piccoli problemi fisici che hanno tenuto prudenzialmente a riposo Nasali e Foglio nell’ultima amichevole col Ponte Tresa. Purtroppo un problema ha fermato bomber Mazzini, che sarà costretto al forfait.

Il mister non svela le carte anche se il modulo 3-5-2 pare ormai il vestito perfetto per la squadra. Con un Crea elettrone libero e meno gravato da compiti di copertura, libero di innescare Grasso. E capitan Foglio padrone della fascia. Ma nella pausa sono state provate molte varianti nella posizione dei giocatori, sfruttando la loro duttilità.

Con la Castanese ritroviamo due ex: Ivan Zingaro e Niccolò Colombo. Quest’ultimo è alle prese con un leggero problema muscolare, ma dovrebbe essere della partita. Sarà il pericolo numero uno, visto che fa reparto da solo ed è in piena lotta per la classifica cannonieri. Ma i pericoli vengono dalla velocità di tutto il reparto offensivo e da un centrocampo rinforzato dall’arrivo di un giocatore di rango come Ivan Appella.

Cose che mister Fiorito conosce benissimo e che devono solo invitare a giocare con la massima intensità. L’obiettivo sono i tre punti senza se e senza ma.