capocci

Capocci: “A Mariano un Legnano da battaglia”

Il Legnano atteso dalla partita del riscatto, dalla conquista di tre punti irrinunciabili che devono segnare la svolta di tendenza dopo i quattro ultimi, deludenti incontri. A Mariano ci attende una trasferta che non si può sbagliare da nessun punto di vista, ma che nasconde molte insidie nonostante la differenza di valori tecnici tra le due rose.
La prima insidia per il Legnano è il Legnano stesso: è evidente che le difficoltà della squadra hanno un’origine mentale e psicologica. Non si spiega altrimenti l’atteggiamento visto contro il Varese. Il direttore generale Aldo Capocci lo sottolinea, ma indica anche altri pericoli concreti: “Il nostro problema è più che altro di testa e questo lo sappiamo. Domani giochiamo contro una squadra che, con tutto il rispetto, ci è inferiore, ma che ha attaccanti veloci. Cercheranno di servirli con lanci lunghi su cui bisogna essere sempre attenti. Oltretutto giocheremo su un campo sintetico e piccolo, per cui sarà una battaglia. Cambi nella formazione? Il mister deciderà oggi, ma dopo quello che abbiamo visto contro il Varese qualche cambiamento ci può stare eccome. La buona notizia è che tutti i giocatori sono disponibili, non abbiamo nessun problema”.

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da: