Il Legnano si impone: secco 3 a 0 contro il Caravaggio

LEGNANO-CARAVAGGIO 3-0 (0-0)

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

 

LEGNANO: Russo, Caradonna, Moracchioli, Bini, Robbiati, Di Lernia (38’ st Barbui), Beretta (1’ st Confalonieri), Bingo (32’ st Barazzetta), Ravasi (25’ st Quaggio), Ronzoni (25’ st Bertoli), Gasparri. All. Sgrò.

 

CARAVAGGIO: Mazzoli, Traina, Cortinovis, Torri (9’ st Lieshaj), Aprile, Viola, Baggetta (25’ st Galdoune), Brioschi, Ibe (32’ st Gallo), Lamesta (41’ st Regantini), Fumagalli. All. Terletti.

 

RETI: 5’ st Ravasi su rigore, 24’ st Bingo, 40’ st Barazzetta

 

Il Legnano riprende nel migliore dei modi dopo la lunga pausa natalizia allungata dal Covid e s’impone sul Caravaggio con un perentorio 3-0. La partita è iniziata con due minuti di ritardo per dare la possibilità di sistemare la rete della porta sotto la Curva. Il primo tempo è stato figlio della lunga pausa: ritmi blandi, da film iraniano direbbe il buon Carlo Pellegatta, e pochissime emozioni. L’ex Ibe al 5’ ha ricevuto a centro area ma è scivolato al momento del tiro consegnando una mozzarella a Russo. Ben poco è successo fino al 46’, quando Gasparri ha avuto la palla migliore, ha circumnavigato il portiere ma ha poi sparato su un muraglione di difensori.

Nella ripresa i ragazzi hanno cambiato decisamente musica e dato il meglio: al 6’ Mazzoli ha sbagliato la respinta su un tiro da fuori, sul tap-in è arrivato Ronzoni ma è stato atterrato. Rigore che Ravasi ha insaccato cambiando l’inerzia della partita.

Il Caravaggio ci ha tentato con tiri da fuori: all’11’ con Lamesta al volo, di poco alto sopra la traversa.

Poi è stato Bingo a chiuderla, con la sua azione più classica: difensori al bar, entrata in area e tocco dolce alla sinistra di Mazzoli. Quando il folletto lilla è ispirato, in questi rientri all’interno dell’area l’unica soluzione per gli avversari è sparargli.

Al 35’ Lieshaj ha scheggiato la traversa, unico vero brivido per Russo. Cinque minuti dopo è arrivato il tris di Barazzetta, bravo a sfruttare un lancio lungo di Quaggio. Tre punti d’oro, l’ideale per presentarsi mercoledì a Villa d’Almè. Con glòi altri due recuperi l’obiettivo è avvicinarsi alla ziona play off, tutt’altro che lontana.