Poker del Legnano, la crescita continua

NOVARA BERRETTI – LEGNANO 2-4 (0-1)

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

Legnano (1T): Ragone, D’Aversa, Foglio, Ricozzi, Ciappellano, Nava, Cocuzza, Pennati, Gobbi, Rinaldi, Gasparri.
Nel 2 t sono entrati Bizzi, Ortolani, Miculi, Borghi, Tindo, Campus, Pavesi, Trenchev, Fabozzi.

RETI: 17’ pt Cocuzza, 12’ st Fabozzi, 18’ st Pavesi, 20’ st 1-3 Novara, 38’ st Pavesi, 43’ st Amoabeng (2-4 Novara).

Il Legnano di mister Manzo cresce. Le tre amichevoli estive hanno segnato un crescendo, dalla prima vittoria a Nibionno, attraverso il largo 5-0 al Verbano fino al 4-2 di ieri nel test più probante, contro gli ottimi giovani della Primavera del Novara.
Il primo tempo ha visto un Legnano molto convincente. La partita si è incanalata subito in modo chiaro: già al 15’ Gobbi, anche lui in decisa crescita, si è guadagnato un rigore realizzato da Cocuzza. Il Legnano (nella foto dei Fedelissimi Lilla) avrebbe potuto presto dilagare se non l’avessero fermato i legni: ben tre, due dei quali colpiti da Cocuzza e Gobbi e il terzo, il più spettacolare, da Ricozzi con una bomba dalla distanza.
Ma il potenziale 3-0 ha dovuto aspettare pochi minuti: nella ripresa, in cui si è distinto il neoentrato Pavesi, il Legnano è andato a segno altre tre volte. Un tap-in di Fabozzi e un uno-due in velocità concluso da Pavesi hanno concluso la pratica già dopo 18 minuti della seconda frazione.
Doveva venire, prima o poi, il momento del primo gol subito. Non è stato pulitissimo, in verità, per un sospetto gioco pericoloso su Bizzi sulla semirovesciata vincente.
Pavesi, mobile e veloce, ha replicato a sette minuti dalla fine. Il Novara ha ridotto ulteriormente le distanze, questa volta con una splendida conclusione dalla distanza del numero 5 Amoabeng.
Un bel Legnano, che sta assorbendo sempre più gli schemi di Manzo, è ora chiamato al primo impegno ufficiale: domenica si gioca in Coppa Italia contro la Castellanzese, nostra prossima avversaria anche in campionato. Partita secca in cui può succedere di tutto, ma che darà forse una prima indicazione credibile sulle potenzialità del Legnano. Appuntamento alle 20.30 al Mari.