Categoria: Juniores

La Juniores in trasferta a Vergiate

Undicesima giornata per il campionato regionale A Juniores. Il Legnano di mister Apollo affronta la seconda trasferta consecutiva: giocherà domani, sabato 18 novembre, a Vergiate, con inizio alle ore 15.
Proprio nel momento in cui la squadra ha espresso le sue potenzialità sul piano del gioco, sono mancati i punti. I lilla ne meritavano sei nelle ultime due partite, ne è arrivato uno solo. La classifica non rende merito ai ragazzi di Apollo, decimi a 12 punti, ma proprio il gioco espresso invita all’ottimismo per una rapida risalita.

Porta dell’Ardor stregata: immeritata sconfitta per la Juniores

Per un disguido tecnico il pezzo sulla partita di sabato scorso della Juniores non è comparso sul sito. Lo pubblichiamo ora, scusandoci con tutti i tifosi.

ARDOR LAZZATE-LEGNANO 1-0 (0-0)

LEGNANO: Ceveli (41′ st Starvaggi), De Lucia (38′ st Rossato), Arrighi, Di Stefano, Bisca, Rinaldi, Villa, Locatelli, (38′ st Cagelli), Brusa, Plebani, Di Giglio. All. Apollo.

Semplicemente incredibile. Ma fa parte della bellezza e della crudeltà del calcio: il Legnano ha persao una partita che sarebbe stato già assurdo pareggiare. La Juniores di mister Apollo ha colpito tre pali (iella pura), ha visto il portiere avversario compiere due miracoli su palloni praticamente già in porta (prodezze eccezionali) e ha sbagliato altri due gol elementari per errori sotto porta (due stop sbagliati, quindi si tratta di errori, ma favoriti dal terreno di Lazzate, con tutto il rispetto non proprio un prato all’inglese).
E soprattutto deve registrare un infortunio che ha fatto vivere momenti di paura: al 41′ della ripresa Ceveli si è buttato col consueto coraggio sui piedi di un avversario. Nello scontro ha riportato la frattura del setto nasale, che ha richiesto il ricovero all’ospedale, dove il talentuoso portiere lilla ha trascorso la notte tra sabato e domenica. Al di là di ogni considerazione, questo è il pensiero di tutti: che Ceveli stia bene e torni presto in campo.
Che la sfortuna stia correndo dietro al Legnano non ci piove. Anche a Lazzate, come già domenica scorsa, i ragazzi hanno offerto una prestazione maiuscola, chiudendo gli avversari nella loro metà campo ma mancando, questo sì, di un po’ di lucidità in fase offensiva. Il gol della vittoria del Lazzate è arrivato al 30′ della ripresa: uno stop di petto con un tiro al volo all’incrocio, bellissimo ma favorito dalla mancata pressione della retroguardia lilla. Una rondine che ha fatto decisamente primavera per i padroni di casa.
“Giochiamo il calcio migliore del girone – afferma mister Apollo – Gli avversari hanno messo un pullman davanti alla porta, lanciando palloni lunghi e sperando nella sorte su qualche contropiede. gli è andata bene. Il risultato è impossibile da credere per chi ha visto la partita. Certo una colpa l’abbiamo: serve più lucidità in attacco. Con tutte quelle palle gol non si può non segnare. I ragazzi però stanno giocando un grande calcio. La sfortuna ci abbandonerà prima o poi”.

Juniores

Legnano bello ma sfortunato: con il Cairate finisce 3-3

LEGNANO-CAIRATE 3-3 (3-3)

LEGNANO: Ceveli, Villa, Passarella (23′ st Di Stefano), Gentile, Bisca, Rinaldi, Trenchev (34′ st Cagelli), Locatelli (42′ st Tosetti), Brusa, Plebani, Di Giglio. All. Apollo.

RETI: 29′ pt Brusa, 40′ pt Di Giglio, 44′ pt Brusa

Una partita dominata in lungo e in largo, ma solo pareggiata. Ieri al Mari la Juniores di mister Apollo ha messo in mostra tutte le sue qualità contro il Cairate. Trame corali, gestione perfetta della palla, reparti che si sono sostenuti a vicenda come vuole il mister, circolazione bassa e non lanci lunghi e alti. Tutto è avvenuto nel primo tempo, ma anche nella ripresa i lilla avrebbero potuto portare a casa l’intera posta in parecchie occasioni.
Le palle gol non si sono contate, ma hanno superato ampiamente le dieci. Purtroppo vanno concretizzate. Da lustrarsi gli occhi l’azione del primo gol di Brusa: Locatelli a Plebani, filtrante per Di Giglio che ha dribblato il suo oppositore e appoggiato all’indietro per la fucilata di Brusa. Il Cairate era andato in vantaggio undici minuti prima.
Gli ospiti hanno capitalizzato tutto: tre tiri e tre gol, complice qualche incertezza difensiva. Al 35′ di nuovo Cairate in vantaggio. Cinque minuti e Di Giglio ha pareggiato insaccando di testa dopo aver aperto egli stesso per il cross dall’ala. Cairate di nuovo incredibilmente in vantaggio al 42′, davanti a un Apollo esterrefatto. Ma Brusa ha rimesso subito le cose a posto con un’azione di forza conclusa con un’autentica bomba. Il secondo tempo è stato un arrembaggio lilla, ma la porta avversaria era stregata.
“Volevamo regalare una vittoria al presidente Munafò – sottolinea Apollo – Purtroppo non ci siamo riusciti, ma portiamo a casa la consapevolezza di aver giocato uno splendido calcio, contro un avversario che, con tutto il rispetto, ha risposto con palla lunga e pedalare. Gli episodi e la bravura del loro portiere hanno fatto la differenza, ma il Legnano c’è. Eccome”.
Sabato i lilla sono attesi dalla trasferta di Lazzate.

Juniores

Per la Juniores pareggio senza emozioni a Uboldo

UBOLDESE-LEGNANO 0-0

LEGNANO: Starvaggi, De Lucia, Arrighi, Villa, Bisca, Rinaldi, Trenchev, Locatelli, Tosetti (15′ st Brusa), Plebani (20′ st Gentile), Di Giglio (40′ st Calini). All. Apollo.

Un pareggio grigio come il novembre in arrivo. A Uboldo la Juniores ha portato a casa un risultato scialbo che però muove la classifica. Di certo, però, non soddisfa mister Apollo. Pochissime le occasioni da una parte e dall’altra, ma solo un destro di Trenchev al 10′ della ripresa parato dal portiere locale è degno di nota in una partita vissuta con continue interruzioni e rimbalzi della palla da una metà campo all’altra. Nessuna delle due squadre ha tentato qualcosa di più, quasi il pareggio fosse soddisfacente per entrambe.
“Una partita davvero amorfa – commenta Apollo – In settimana avevamo lavorato bene e mi aspettavo molto di più. Nei prossimi giorni c’impegneremo per correggere soprattutto questo atteggiamento. I ragazzi sono in un’età critica: devono lottare ora per emergere e arrivare più in alto. La nota positiva è il punto che tutto sommato è utile”.
La prossima partita sarà con il Cairate, sabato 4 novembre al Mari, alle 15.30.

Juniores battuta al Mari, non basta il gol di Passarella

LEGNANO-UNION VILLA CASSANO 1-2 (0-2)

LEGNANO: Starvaggi, De Lucia, Rinaldi, Gentile (9′ st Locatelli), Bisca, Di Stefano (9′ st Arrighi), Cagelli (9′ st Trenchev), Villa (32′ st Tosetti), Brusa (42′ st Passarella), Plebani, Di Giglio. All. Apollo.

RETE: 45′ st Passarella

Il Cassano conquista il Mari grazie a una prestazione volitiva e a un approccio da rivedere del Legnano. La Juniores ha peccato di cattiveria e agonismo, due doti che ha dimostrato più volte di possedere. Mister Apollo non è soddisfatto e non lo nasconde: “Non è stata una buona gara. Gli altri vengono al Mari per espugnare uno stadio storico. Noi invece abbiamo sbagliato interpretazione entrando in campo molli e rinunciando a giocare il primo tempo. Meglio sicuramente la ripresa, ma se si sbagliano dieci palle gol è difficile riprendere il risultato”. Il Cassano è passato al 23′ su colpo di testa nato da un corner, e ha raddoppiato con un’altra azione nata da palla inattiva. Un movimento sbagliato ha liberato l’uomo davanti a Starvaggi su punizione dalla sinistra.
Apollo è partito con tre titolati in panchina, spiegando chiaramente l’intento della sua scelta: “Non li ho visti allenarsi col giusto spirito in settimana. Sono un educatore, prima che un allenatore, quindi ho dovuto dare un segnale ai ragazzi. L’impegno dev’essere sempre all’altezza, nessuno gioca per grazia ricevuta. Poi ho fatto entrare tutti e tre assieme (Locatelli, Arrighi e Trenchev ndr) al 9′ della ripresa. Hanno dato un impulso positivo, ma non è bastato”.
La predica nell’intervallo, condotta coi toni pacati tipici del mister, è servita. Il Legnano della ripresa è stato diverso, anche se il mancato cinismo sotto porta è stato fatale. Di Passarella, con un bellissimo tiro da 25 metri, il gol che ha ridato speranza ai lilla.
Ora tocca all’Uboldese,. sabato alle 15.30: “Mi aspetto una reazione. Non abbattiamoci, tiriamoci su il morale e riprendiamo su un campo difficile quanto abbiamo perso in casa”.

La Juniores senza Poerio aspetta il Cassano al Mari

La Juniores torna in campo per rilanciarsi verso il vertice. Dopo il pareggio combattuto a Luisago, contro il Portichetto, la squadra deve fare i conti con un infortunio purtroppo pesante: il capitano Poerio rischia di stare lontano dai campi per un periodo lungo per un problema ai legamenti collaterali del ginocchio.
Tutti disponibili gli altri elementi della rosa.
L’avversario di turno è l’Union Villa Cassano. Fischio d’inizio alle 15.30 al Mari.

PORTICHETTO-LEGNANO 2-2 (0-0)

LEGNANO: Ceveli, Poerio (1′ st Passarella), Arrighi, Gentile (12’st Di Stefano), Bisca, Rinaldi, Trenchev, Villa, Brusa (27′ st Rossato), Plebani, Di Giglio. All. Apollo.

RETI: 16′ st e 46′ st Di Giglio.

Un pareggio buono per la Juniores lilla. Il 2-2 sul campo del Portichetto, acciuffato allo scadere, rende ampia giustizia ai ragazzi di Apollo, puniti due volte su calcio di rigore e invischiati dall’avversario in una partita aspra e cattiva, messa addirittura sul piano della rissa. I penalty sono arrivati su due lanci lunghi su cui la retroguardia lilla si è trovata un po’ impreparata. Il secondo rigore è stato anche parato dal bravissimo Ceveli, ma gli avversari sono stati più lenti ad avventurarsi sulla ribattuta.
Magnifici i due gol di Di Giglio, il primo al 16′ della ripresa con una serpentina sulla tre quarti conclusa da un fendente imparabile. Il secondo, invece, con pallonetto in mischia allo scadere. Entrambi hanno valso il pareggio, perché il Portichetto si era portato avanti all’11’ della ripresa e al 38′. Bravissimi ancora una volta i ragazzi di Apollo a non scoraggiarsi a pochi minuti dalla fine. Anche se il mister non è soddisfatto: ‘Siamo stati dei polli, perché loro l’hanno messa sul piano della rissa e noi ci siamo cascati, beccando ammonizioni evitabili. Siamo stati ingenui anche sui gol, mentre loro, con tre fuori quota, si sono dimostrati più scafati. Non siamo stati quelli delle ultime partite, ma mi è piaciuta la capacità di crederci fino in fondo. Accontentiamoci di un pareggio che muove la classifica. Lavoreremo per eliminare le ingenuità in cui siamo caduti oggi’.

La Juniores contro il Portichetto sulle ali dell’entusiasmo

Una Juniores lanciata si presenta al prossimo incontro di campionato con l’obiettivo secco dei tre punti. I ragazzi di mister Apollo giocheranno domani a Luisago, alle ore 15, contro il Portichetto. Nove i punti del Legnano, 4 quelli dei comaschi. Una differenza che non deve trarre in inganno o spingere a rilassamenti. Sarebbe il peggiore degli errori.
La squadra sta volando sulle ali dell’entusiasmo, e questa dev’essere una spinta, non un rilassamento. Mercoledì i ragazzi hanno affrontato in amichevole la prima squadra, per volontà di mister Massimo Rovellini, che ha voluto vedere da vicino tutti i giocatori per verificare chi è più pronto per dare una mano alla formazione maggiore.
“Il Portichetto ha bisogno di punti quindi non sarà facile – spiega Apollo – Ci aspetteranno per fare risultato contro il Legnano, un nome che stimola gli avversari a dare il massimo per una vittoria di prestigio. Andiamo là per vincere, non certo per portare a casa il punticino. L’attenzione di Rovellini ci ha fatto molto piacere”.
Un’altra notizia positiva è che tutti gli elementi sono in perfette condizioni. Apollo non avrà problemi di scelte, se non di abbondanza.

Splendida Juniores: 2-1 nella magica atmosfera del Mari

LEGNANO-RHODENSE 2-1 (0-0)

LEGNANO: Ceveli, Poerio, Arrighi, Gentile, Bisca, Rinaldi, Trenchev, Locatelli (37′ st Di Stefano), Brusa (35′ st Cagelli), Plebani, Di Giglio. All. Apollo.

RETI: 14′ st Trenchev, 44′ st Cagelli.

Una prestazione scintillante ed esemplare. La Juniores lilla cresce a vista d’occhio. Oggi, per la prima volta al Mari, i ragazzi di mister Apollo hanno onorato il tempio del Legnano con una partita perfetta. Il presidente Giovanni Munafò, sceso negli spogliatoi prima della gara, ha caricato i giocatori ricordando l’onore di giocare su un terreno così glorioso.
I giocatori hanno risposto come meglio non potevano, concludendo il derby contro la Rhodense con un 2-1 che non dà pieno riconoscimento alla prestazione. Lo scarto avrebbe dovuto essere più ampio per rispecchiare fedelmente quanto visto. Bellissimo, e paradossalmente senza reti, il primo tempo: azioni continue del Legnano e palle gol in serie, culminate con la traversa di Trenchev su punizione al 30′. Brusa e Di Giglio hanno avuto più volte la possibilità di sbloccare il risultato, senza riuscirci. Nella ripresa, invece, le reti sono arrivate, entrambe magnifiche. La prima ha coronato uno scambio Plebani-Locatelli, con una splendida palla filtrante di quest’ultimo per Trenchev, che ha controllato di destro e concluso di sinistro. Da manuale. Una ripartenza ha trovato fuori posizione, unica volta nella partita,il centrocampo lilla. Poerio non ha potuto bloccare l’azione con un fallo tattico, in quanto già ammonito, e la Rhodense ha pareggiato.
Il Legnano non si è minimamente demoralizzato e ha insistito nel cercare il gol della vittoria e trovandolo al 44′ con il neoentrato Cagelli, abile a insaccare sulla ribattuta del portiere a conclusione di un’azione degna del miglior tiki taka iberico.
“Il presidente ha pronunciato bellissime parole sul Mari – commenta mister Apollo – Ha detto che era la loro casa, come lo era per la prima squadra, e che quella casa andava rispettata e onorata. E’ stata una partita splendida, ma non montiamoci la testa. Siamo all’inizio, la strada è lunghissima, dobbiamo crescere passo per passo. La bravura del portiere e la poca freddezza sotto porta ci hanno impedito di arrotondare il risultato”.

calcio

La Juniores debutta al Mari contro la Rhodense

Torna in campo domani la Juniores guidata da mister Salvatore Apollo, dopo la bella e convincente vittoria sul campo della Sestese.
Sarà un vero e proprio debutto nel tempio lilla. Per la prima volta, infatti, i nostri ragazzi disputeranno il loro incontro di campionato al Giovanni Mari, con inizio alle 15.30. Un’emozione unica e nuova per molti di loro.
L’avversario di turno è la Rhodense, per una partita che ricorda antichi e tradizionali derby. La società ha fissato il biglietto unico di ingresso a 5 euro.