Foglio e Pasiani, due capolavori: Legnano terzo

UNION VILLA CASSANO –LEGNANO 0-1 (0-0)4

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

UNION VILLA CASSANO: Seitaj (38’ st Rinaldi), La Marca, Pisoni (28’ st Fusco), Pacifico, Scaccabarozzi (23’ st Shala), Romano, Paroni, Marcinnò, Anelli, Lagotana, Buzzi (45’ st Nisoli). All. Antonelli.

LEGNANO: Pasiani, Curci (28’ st Balconi), Miculi, Provasio, Bianchi, Ortolani, Foglio (35’ st Maestri), Calviello, Grasso, Giardino (31’ st Brusa), Borghi (28’ st Trenchev). All. Fiorito.

RETE: 19’ st Foglio.

Ai play off sarà Legnano-Verbano, sabato 4 maggio al Mari, con inizio alle ore 16. Tutto è andato come si pensava andasse: Castellanzese e Fenegrò sono passati come uno schiacciasassi su Vigevano e Ferrera. I neroverdi hanno conquistato una storica promozione e il Fenegrò ha concluso al secondo posto con un punto di vantaggio sul Legnano.

I lilla sono passati di misura, ma senza dannarsi l’anima, sul campo del Cassano, vanificando la vittoria agli sgoccioli del Verbano. La Varesina anche raggiungendoci sarebbe stata dietro per gli scontri diretti. Adesso ci aspetta un secondo campionato, sconsigliato ai deboli di cuore e ad altissimo contenuto emotivo.

Raccontiamo l’ultima partita della regular season, giocata a Cassano Magnago in una domenica serena e ventosa. Fiorito ha lasciato a riposo preventivo Crea e Amelotti, in diffida, per non rischiare una fatale ammonizione. Nasali ha dato forfait per un leggero infortunio. Tutti dovrebbero però essere disponibili per sabato. I tre posti lasciati liberi sono stati presi dall’ottimo Calviello, da Giardino lanciato titolare finalmente dal primo minuto e da Ortolani in terza linea, al fianco di Bianchi e Miculi.

Il Legnano ha giocato 25 minuti a una porta sola, con fraseggi notevoli ma con un altissimo coefficiente di spreco. Mai vista una tale mole di palle gol sprecate in così poco tempo: al 1’ Grasso si è fatto parare da ottima posizione. Sul corner, un lob da fuori area ha chiamato l’eccellente Seitaj alla seconda prodezza della giornata, dopo soli 90 secondi. Poi c’è un elenco degno delle vecchie rubriche telefoniche: Calviello fuori al 2’, Borghi ha svirgolato il tiro al 3’, al 6’ Grasso si è visto di nuovo parare da Seitaj a chiusura di uno splendido triangolo con Calviello. Dopo un break all’8’ dell’ex Paroni, il più vivace dei suoi, parato facilmente da Pasiani, di nuovo Seitaj ha neutralizzato un tiro di Grasso (e si era solo al 9’!). Ghiotta l’occasione per Borghi al 13’, a conclusione di un’azione bellissima di Miculi con palla filtrante degna di un numero 10: a sventare la minaccia ancora Seitaj. Al 14’ Grasso per Foglio, sul cui cross Provasio ha messo alto di testa da ottima posizione.

Il doppio tiro del Cassano murato dalla difesa lilla, al 17’, ha di nuovo scatenato le offensive lilla. Al 18’ Grasso, colpito in area, con determinazione è rimasto in piedi ma ha calciato alto. Al 23’ una velocissima proiezione di Giardino ha regalato a Grasso un pallone parlante, ma Nico ha messo incredibilmente fuori. Al 37’ Grasso è andato in gol finalmente, ma in off side netto.

Da lì la partita si è addormentata, probabilmente anche per i risultati provenienti dagli altri campi. Si è trascinata senza emozioni fino all’intervallo, dopo il quale è salito in cattedra Valerio Foglio. Il capitano sta sempre più assumendo il ruolo di trascinatore che società e tifosi si attendono.

Al 5’ ha divorato la fascia a velocità supersonica, lasciando gli avversari sul posto e mettendo in mezzo a Calviello, che ha concluso fuori. La cosa si è ripetuta al 13’, ma questa volta è stato Borghi a sbagliare mira.

Sembrava materializzarsi la singolare maledizione di Cassano, dove il Legnano ha sempre pareggiato sbagliando valanghe di gol. Invece no, grazie a Foglio: Vale al 19’ ha pennellato una delle sue opere d’arte su punizione dal limite, mettendola dove né Seitaj né Neuer sarebbero mai arrivati (nella foto dei Fedelissimi Lilla, il capitano festeggiato dai compagni). Un gol importante per la tranquillità, anche se a conti fatti irrilevante per i destini del campionato.

Meno male che il gol è arrivato, perché il destino ci ha riprovato nel finale: dopo un’incornata alta di Buzzi su cross di Paroni e un bel tiro di Shala, al 43’ l’imponderabile. Dopo una partita di totale controllo del Legnano, Provasio ha rinviato una palla dalla difesa senza avvedersi dell’arrivo di Shala. L’attaccante del Cassano ha messo le gambe tra Ettore e il pallone e il regista lilla lo ha involontariamente colpito. Rigore, a termine di regolamento. Ma quando ci si attendeva il solito 1-1 di Cassano, è stato Davide Pasiani a prendere il proscenio. Il volo sulla destra dell’estremo lilla, con palla deviata con la mano di richiamo, è una parata che da sola è valsa il prezzo del biglietto.

Foglio e Pasiani indiscutibili protagonisti di giornata. E mentre la squadra festeggiava sotto la curva e Foglio andava poi a baciare i suoi due splendidi bimbi, il presidente Giovanni Munafò ha coronato la giornata con un pensiero sincero e doveroso: “Faccio i miei complimenti alla Castellanzese, al presidente Affetti e al suo staff, per la promozione meritatamente ottenuta sul campo”.

Il Legnano può ancora conquistarla, ora che non si può più sbagliare nulla. Ci sono tutte le armi per vincere, ma guai a fare le cicale come oggi.