Il Legnano torna da Ponte San Pietro col primo zero a zero

PONTE SAN PIETRO – LEGNANO 0-0

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

PONTE SAN PIETRO: Remondini, Zonca, Kritta, Di Cesare (19′ st Messina), Costa, Alborghetti, Ruggeri, Signori (40’ st′ Malinverno), Bertazzoli (27′ st Braidich) Ferreira Pinto, Capelli (40′ st Lomolino). All. Curioni.

LEGNANO: Tamma, Bertonelli (27′ st Caradonna), Barbui, Becchi, Bettoni, Di Lernia (27′ st Bertoli), Beretta (17’ st Confalonieri), Barazzetta (8′ st Bingo), Ravasi, Ronzoni (17′ st Quaggio), Gasparri. All. Sgrò.

Poche emozioni, un po’ di stanchezza dovuta al tour de force delle ultime settimane e un Ponte San Pietro ben organizzato ma del tutto impreciso in fase di conclusione. Questi fattori giustificano il primo zero a zero del Legnano in questo campionato. Un punto utile dopo le fatiche, con pregevoli risultati, che hanno portato il Legnano “post Covid” a un’ottima posizione in classifica. Ora la pausa giunge provvidenziale per ricaricare le pile e recuperare quasi tutti gli infortunati in vista del rush finale.

La formazione scelta da Sgrò aveva come principale novità la coppia di esterni quasi inedita formata da Bertonelli e Barbui. Si è trattato di un 4-3-3 con Barazzetta e Gasparri a fiancheggiare Ravasi e un Ronzoni a centrocampo che ha dato segnali di confortante ripresa, pur con un’autonomia limitata. Il primo tempo è stato equilibrato e con poche occasioni. Al 9’ Bertonelli ha salvato bene di testa un cross insidioso dalla destra. Ronzoni al 16’ ha calciato di poco alto dalla distanza. Al 31’ bel contropiede giostrato da Beretta con servizio centrale a Ravasi in ottima posizione: il suo tiro, deviato, ha sfiorato il palo. Al 35’ Tamma ha salvato in mischia su un pallone molto insidioso. Ferreira Pinto non è arrivato sul pallone servitogli in profondità un minuto dopo.

Nelle ripresa Sgrò ha operato cinque cambi inserendo Quaggio, Caradonna, Confalonieri, Bingo e Bertoli. Il Ponte San Pietro ha avuto il predominio a centrocampo e maggior controllo, ma pur avendo creato i presupposti per concludere a rete, di fatto ha chiamato una volta sola Tamma a un intervento decisivo. Il Legnano si è fatto vivo al 9’ con un’azione non chiusa da Barazzetta a pochi metri da Remondini e con un tiro di Barbui al 12’ che ha sfiorato la traversa. Bella l’azione dei locali al 15’ con Ferreira Pinto che ha chiuso male. Al 26’ Bertazzoli si è girato bene ma ha calciato male.

Legnano vicino al gol al 41’ con un cross di Bingo deviato da un difensore orobico poco sopra la traversa. Al 43’ la parata di Tamma in tuffo su conclusione di Malinverno. Una partita non memorabile, in cui una nota di colore è stata data dal simpaticissimo speaker del Ponte San Pietro che ha sportivamente scherzato a microfono aperto coi tifosi lilla. Forse un po’ di ironia bonaria e fair play come questo servirebbero a stemperare molte tensioni sui campi, anche se la partita, in effetti, non ha offerto alcun spunto di nervosismo.

Dopo la sosta ci attende la capolista San Giuliano, che ultimamente non sta andando come un treno. Con due settimane di riposo i ragazzi saranno pronti per affrontare la prima della classe con l’obiettivo di conquistare i tre punti.