Legnano ancora imballato, la Vogherese passa al Mari

LEGNANO-VOGHERESE   0-2  (0-1)

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

 

LEGNANO: Piccirillo, Buono, Ortolani, Di Lernia, Ambrosini, Luoni, Bingo, Tunesi, Cocuzza, Ronzoni, Gasparri. A disposizione: Colnaghi, De Stefano D., Barra, Brusa, Pellini, Diana, Sestito, Rossi, Damo, Todaj, Fondi, Febbrasio.

 

VOGHERESE: De Toni, Andrini, Riceputi, Cavaliere, Tomassone, Becchi, Buscaglia, Calviello, Milazzo, Annoni, Schingo. A disposizione: Spinella, Penna, Zanetti, Bollini, Montalbano, Macaluso, Verdese, Fasoli, Petrolà, Pittaluga, Dioh, Roscigno, Quaglia.

 

RETI: 30’ pt Milazzo, 22’ st Petrolà.

 

Il Legnano è tornato al Mari dopo sette mesi. Anche se non lo ha fatto nel migliore dei modi, oggi la cosa importante era rivedere il nostro stadio con il pubblico sugli spalti, un segno del calcio che rinasce.

La terza amichevole era un classico del calcio lombardo, contro la Vogherese. Gli ospiti si sono imposti per due a zero con pieno merito. Il Legnano è parso in ritardo di condizione atletica, velocità e assimilazione degli schemi di mister Brando. Il che non stupisce: i carichi di lavoro devono essere smaltiti e serve tempo perché questa benzina accumulata con la fatica si trasformi in dinamismo, fondo e rapidità. Lo stesso dicasi per gli schemi di mister Brando, complessi da assimilare con otto undicesimi di squadra nuova. Servono pazienza e lavoro.

Detto questo, perdere non fa mai piacere e i tifosi qualcosa in più se l’aspettavano: Brando è tornato a schierare i due veterani al centro della difesa, Ambrosini e Luoni, con Ortolani e Davide De Stefano terzini. In regia è tornato Di Lernia, con una coppia di mezzali inedita, Tunesi e Ronzoni. E proprio da loro due sono venute le indicazioni più interessanti. Davanti confermato il trio Gasparri-Cocuzza-Bingo, in attesa del ritorno di Daniele Grandi.

Bingo si è mangiato un gol fatto in apertura, su cross di Gasparri che ha attraversato tutta l’area piccola. La Vogherese, organizzata in difesa e pronta a ripartire, ha colpito al primo affondo approfittando di una leggerezza difensiva che ha messo Milazzo solo davanti all’incolpevole Piccirillo. La reazione lilla è consistita in una punizione a fil di palo di Cocuzza.

Nella ripresa la girandola di cambi ha riportato Pellini in regia e dentro tutti i giovani, anche se Cocuzza e Gasparri sono rimasti in campo più a lungo degli altri. In attacco il Legnano ha creato poco: la Vogherese ha invece approfittato dei varchi spesso lasciati dallo schieramento lilla e , dopo una ripartenza sprecata da Dioh, è arrivato il secondo gol firmato da Petrolà sugli sviluppi di un contropiede tre contro tre  innescato da un errore del nostro centrocampo. Accentrandosi al limite dell’area, Petrolà ha avuto il tempo di mirare e colpire bene (nella foto di Sport Legnano).

Ora bisogna reagire sul piano del gioco ma anche del risultato: inutile sì, ma vincere abitua a vincere e viceversa. Aspettiamo la trasferta di Casatenovo, sabato prossimo alle 16.