Categoria: news

Grazie a Fenice srl un nuovo pullmino per il Legnano

Un nuovo pullmino per l’Ac Legnano. Il presidente Giovanni Munafò ringrazia l’azienda Fenice srl per la concessione in comodato d’uso per un anno del Peugeot Boxer che servirà per tutte le esigenze della prima squadra e della Juniores. E ricorda che Fenice srl ha un’offerta imperdibile per i tifosi lilla: la possibilità di noleggiare auto a tariffe agevolate.

Legnano-Gozzano, diretta testuale su Facebook

Diretta testuale per i tifosi lilla. Nel giorno più surreale della storia recente del nostro calcio, con il Mari senza pubblico, la partita Legnano-Gozzano potrà essere seguita in tempo reale con gli aggiornamenti testuali sulla pagina Facebook dell’Ac Legnano. L’incontro inizierà alle 14.30. Scendete in campo con noi!

acl

Per un mese partite a porte chiuse

Legnano-Gozzano a porte chiuse. Ricordiamo ai tifosi lilla  che il recupero in programma mercoledì 28 ottobre al Mari, alle 14.30, sarà chiuso al pubblico in ottemperanza al dpcm di domenica scorsa per l’arginamento della pandemia Covid. Lo stesso vale per Legnano-Bra e per tutti gli incontri da qui al 24 novembre, salvo cambiamenti della situazione e l’emanazione nuovi decreti.

Munafò: “Cedere la società? Sciocchezze totali”

“Non ho nessuna intenzione di cedere la società”. Il presidente Giovanni Munafò sgombra il campo da ogni dubbio dopo la sconfitta con la Castellanzese e la voce lanciata da una testata giornalistica. Con i due vice Alberto Tomasich e Marco Foglia e l’intero direttivo smentisce ufficialmene, senza se e senza ma, ogni illazione su un suo eventuale addio al Legnano.

“Il progetto va avanti. Prima di tutto invito ad avere il senso delle cose e della realtà, a ricordare quanto fatto in questi tre anni: ho risanato la società, l’ho portata in D meritatamente e l’anno scorso fino al 30’ della partita con la Pro Sesto eravamo in serie C. Se non fosse arrivato il Covid chissà, forse in C ci saremmo davvero. Quest’anno siamo partiti con una squadra totalmente rinnovata, per molti motivi ma certo non economici. Siamo stati imbattuti nelle prime tra partite dove con un pizzico di attenzione in più avremmo portato a casa due vittorie. Domenica scorsa c’è stata una prestazione molto negativa, sono il primo a dirlo, ma una squadra si comincia a giudicarla dopo una dozzina di partite, non dopo quattro, alla prima sconfitta e a 15 giorni di stop forzato che ha coinvolto solo noi”.

Il progetto si rilancia dallo spirito della famiglia Munafò, legata a doppio filo alla storia lilla: “Mio padre prima, poi io e mio fratello, da decenni abbiamo segnato capitoli importantissimi del Legnano. Per me il lilla è una seconda pelle e una seconda casa: con il Covid che ha messo in ginocchio l’Italia, con la mia famiglia, i consiglieri e gli sponsor abbiamo fatto uno sforzo pazzesco per allestire una squadra competitiva e non accetto che una testata giornalistica si inventi che io voglia lasciare. Mercoledì e domenica abbiamo due partite difficili: lasciateci lavorare. Credo di meritare almeno qualche ringraziamento per quello che ho fatto finora. Se un domani perderò gli stimoli e l’entusiasmo che oggi ho, e ci saranno persone affidabili che non spariscono da un giorno all’altro, per il bene del Legnano valuteremo se sarà il caso di fare un passaggio di proprietà. Adesso non se ne parla nemmeno lontanamente”.

Pari a Chieri: Legnano imbattuto, ma….

CHIERI-LEGNANO   0-0

 

CHIERI: Bonofiglio, Benedetto, Pautassi, Abelli, Conrotto, De Letteriis, Spera (23’ st Gerbino), Castelletto (32’ st Della Valle), Barcellona (23’ Ferrandino), Ravasi (10’ st Pedrabissi), Ozara (37’ st bianco). All. Didu.

 

LEGNANO: Colnaghi, Barbui, De Stefano F., Di Lernia 42’ st Pellini), Ambrosini, Luoni, Gasparri, Tiunesi, Grandi (14’ st Brusa), Ronzoni (29’ st Damo), Cocuzza. All. Brando.

 

Il Legnano sembra affetto da pareggite. A Chieri, su un campo difficile, è arrivato il terzo pari  consecutivo: il risultato a occhiali è lo specchio fedele di ciò che si è visto in campo. Anche per chi ambisce ai massimi traguardi, non è da buttare su un terreno insidioso come questo, ma ci si interroga sempre, quando si divide la posta, sul bicchiere mezzo vuoto e mezzo pieno. La risposta la dà il ds Vito Cera: “Non butto di certo questo risultato, o meglio non lo butterei se non avessimo pareggiato con il Saluzzo e l’Arconatese, due partite che avevamo in mano. Così invece mi lascia l’amaro in bocca. Non voglio trovare scusanti, ma non allenarsi per 14 giorni e poi, dopo due giorni di preparazione, buttarsi in un tour de force con una partita ogni tre giorni, non è facile per nessuno. Il dato importante da sottolineare è che siamo imbattuti. Ripartiamo da qui e domenica scenderemo in campo con una determinazione da far paura”.

Il Legnano ha gestito la partita, equilibrata fino alla fine e con poche emozioni. Nel primo tempo gli unici sussulti sono stati la grande parata di Bonofiglio su tiro di Cocuzza, da sviluppi di un corner al 24’, cui ha fatto da pendant una prodezza di Colnaghi su tiro di Castelletto, al 37’. Al 40’ Cocuzza ha messo in difficoltà ancora il portiere di casa su punizione.

Anche la ripresa è stata avara di adrenalina: al 23’ Ferrandino da buona posizione in area ha perso un tempo rientrando sul sinistro e facendosi murare. Ancora Cocuzza ha sfiorato il gol al 29’ impegnando duramente Bonofiglio. Brivido finale per una conclusione di Predabissi finito fuori di un soffio, al 46’.

Legnano imbattuto ma… si può completare la frase in mille modi: i tre punti servono come il pane; i due risultati sprecati pesano; se il campionato non fosse una corsa a ostacoli contro il Covid; se…con i se e con i ma non si fa la storia, ma cominciando a vincere sì. A partire da Castellanza.

 

Chieri e Castellanzese, le modalità per i biglietti

Un doppio avviso ai tifosi lilla per le prossime due partite: la trasferta a Chieri di domani, con inizio alle ore 15, non solo sarà a porte aperte ma, nel rispetto ovviamente rigoroso delle norme anti Covid, sarà possibile acquistare i biglietti direttamente al botteghino, senza prenotazione.

Diverso il caso di Castellanzese-Legnano di domenica prossima: la partita, con il cambio dell’ora, inizierà alle 14.30 e i biglietti vanno prenotati sul sito della società neroverde, compilando l’apposito modulo. Occorre affrettarsi perché i tagliandi in vendita, per le norme antiCovid e per il forte interesse dell’incontro, non sono molti.

Il Legnano torna in campo e si prepara al tour de force

Ciak si gioca! Finalmente. Il Legnano torna in campo e si appresta a vivere un mese di fuoco e adrenalina, con partite ogni tre-quattro giorni. Domenica alle 15 fischio d’inizio per Legnano-Saluzzo al Mari, mercoledì 21 si giocherà a Chieri, quindi domenica 25 trasferta a Castellanza e mercoledì 28 ancora al Mari con il Gozzano.

“Siamo carichi al massimo, tutti noi e sopratutto i giocatori – commenta il ds Vito Cera – Lo stop chiaramente ci penalizza, ma i ragazzi si sono allenati con intensità a casa e sopperiremo con la grinta e la voglia agli inconvenienti dovuti alla pausa forzata. Giovedì siamo tornati ad allenarci sul campo dopo aver finito la quarantena, ora butteremo in campo tutta la rabbia e l’intensità che abbiamo dentro. Quanto ci è successo deve trasformarsi in un vantaggio e non in una difficoltà. Vedrete che i ragazzi non deluderanno”.

Ricordiamo che è obbligatoria la prenotazione del biglietto via mail e consigliamo vivamente di utilizzare il modulo di tracciamento antiCovid scaricandolo dal nostro sito e portandolo compilato al Mari. Questo consentirà di risparmiare tempo ed evitare code e lungaggini.

Gli allenamenti riprendono a porte chiuse

Il nuovo decreto con le norme antiCovid per fortuna non ha bloccato il campionato, ma impone misure restrittive sugli allenamenti: informiamo quindi i tifosi del Legnano che le sedute di preparazione agli ordini di mister Brando (nella foto) si terranno a porte chiuse, nel rispetto del protocollo stabilito per la serie D.