Legnano pirotecnico: a Fossano finisce 5-4

FOSSANO-LEGNANO 4-5 (1-1)

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

 

FOSSANO: Merlano, Specchia (23’ Desouza), Scotto, Alfiero, Giraudo (7’ st Marin), Brondi (7’ st Galvagno), Coviello, Fogliarino, Coulibaly (41’ st Aloia), Lazzaretti, Adorni (32’ st Manuali). All. Viassi.

 

LEGNANO: Russo, Barbui, Diana (25’ st De Stefano F.), Di Lernia, Nava, Luoni, Tunesi, Bingo (46’ st Ortolani), Braidich (35’ st Cocuzza), Ronzoni (15’ st Pellini), Gasparri (43’ st Fondi). All. Sgrò.

 

RETI: 14’ pt Specchia, 24’ pt Bingo, 1’ st Gasparri, 6’ st Braidich, 9’ st Bingo, 13’ st Alfiero, 14’ st Di Lernia, 30’ st Alfiero su rigore, 51’ st Aloia.

 

Legnano dirompente e distratto, spettacolare ma a tratti svagato, largamente superiore ma che vince con un gol di scarto quando avrebbe potuto farlo con almeno tre, se non di più. Nessuno può lamentarsi di questa partita, ci siamo divertiti come non mai. Ma sicuramente bisogna evitare, anche a risultato acquisito, di calare di tensione. I ragazzi hanno dato l’impressione di poter affondare il coltello nel burro ogni volta che forzavano. Per questo va rimarcato il neo di aver concesso quattro gol agli avversari, benché il risultato sia stato in cassaforte già al 9’ della ripresa. Nessun patema, giusto il pelo nell’uovo. Per il resto tanto Legnano, troppo per un Fossano che negli ultimi tempi si è reso protagonista di una grande rimonta in classifica.

È finita 5-4, poteva finire con un divario molto più largo. Il primo tempo è terminato 1-1 con il Fossano andato in vantaggio con un gol spettacolare di Specchia, cui la difesa lilla ha però lasciato colpevole spazio per mirare il sette. Il Legnano aveva già scheggiato la traversa con Braidich e da lì in poi ha collezionato occasioni, con un paio di parate decisive di Merlano e un tiro di Ronzoni a fil di palo. Il pari è venuto al 26’ sull’asse Gasparri-Barbui. A centro area Bingo ha insaccato facilmente. Il risultato è apparso stretto per i ragazzi, ma il Fossano ha dimostrato di poter essere pericoloso su qualche ripartenza.

Nell’intervallo, commentando, chiedevamo uno sforzo in più per affondare il colpo, e i ragazzi hanno esagerato. Tre gol in nove minuti: Gasparri in diagonale dalla sinistra ha insaccato dopo 30 secondi, poi Braidich al 6’ ha segnato da centro area su azione insistita di Bingo, quindi lo stesso Bingo ha calato il tris al 9’. Partita chiusa e Fossano tramortito, ma una mischia al 14’ ha consentito ad Alfiero di accorciare. I padroni di casa non hanno nemmeno avuto il tempo di esultare che Di Lernia li ha gelati con un preciso tiro dal vertice sinistro dell’area.

Al 23’ Braidich si è mangiato il gol che avrebbe trasformato la partita in un incontro di tennis e sul rovesciamento di fronte Russo ha dovuto operare il suo miracolo domenicale. Al 29’ l’arbitro ha fischiato un rigore ai padroni di casa che Alfiero ha realizzato con Russo vicino all’ennesima prodezza. I ragazzi hanno sprecato qualche contropiede a campo aperto per riallargare il risultato e all’ultimo secondo di un lunghissimo recupero Aloia in contropiede ha ridotto a una sola lunghezza il divario.

Nessuna paura perché l’arbitro ha fischiato la fine proprio sulla rete. A 54 punti la classifica sorride e le ultime cinque partite, tra cui due scontri diretti, vanno affrontate con serenità e con l’obiettivo di dare un significato diverso alla stagione. La risalita è stata entusiasmante. Continuiamola.