Una splendida Juniores fa tremare la capolista

FOSSANO-LEGNANO 1-1   (0-1)

 

LEGNANO: Travaini, Strafezza, Lazzati (31’ st Virzì), Chiodini, Merico, Riccelli, Roma (42’ st Bzethaj), Cipullo, Frau (47’ st Colombini), Bellagente, Cozzi (7’ st Kurpalaj). All. Apollo.

 

RETI: 32’ pt Cipullo, 13’ st 1-1.

 

Una splendida Juniores, forse la migliore della stagione, fa paura alla prima in classifica nella sua tana. I ragazzi di mister Apollo tornano da Fossano con un pareggio che va stretto, ottenuto contro una corazzata che ha già realizzato 66 reti e sta dominando il campionato.

Un primo tempo strepitoso ha portato al meritato vantaggio, ma il divario avrebbe potuto essere maggiore. Apollo ha disposto la squadra con un 4-1-4-1, cambiando le carte in tavola per non dare riferimenti conosciuti agli avversari, che infatti ci hanno capito poco. Lo schieramento intendeva togliere ossigeno e rifornimenti al superbomber Gaboardi, un ragazzo andato a segno ben 25 volte quest’anno. Toccava a Chiodini il compito di limitarlo, e Davide, dopo aver affrontato giovedì i Golia dell’Inter, non ha tradito le attese nemmeno contro il più forte giocatore del girone. Ma oggi sarebbe ingiusto sottolineare la prestazione di un singolo, perché è la squadra ad aver brillato, compatta, corta, veloce e concentrata.

Bellissimo il gol di Cipullo: servito da Cozzi, ha atteso la sovrapposizione di Lazzati ed è andato a raccoglierne il cross, insaccando.  Sulle fasce si sono viste ottime giocate e in mezzo il Legnano non ha concesso niente. Dagli esterni sono partite azioni pericolosissime che meritavano miglior epilogo: come nel caso del dialogo Cipullo-Roma, su cui quest’ultimo ha concluso di poco a lato un inserimento da manuale.

Nella ripresa si è vista la forte reazione dei padroni di casa, ma i ragazzi lilla non hanno perso la loro compattezza, nonostante un po’ di stanchezza. E sarebbe potuto arrivare il raddoppio quando Frau, dopo aver superato un difensore con un sombrero, ha colpito il palo interno. Un minuto dopo il Fossano si è visto assegnare un giusto rigore su una ripartenza, segnando il pareggio. La capolista è passata al 4-2-4 per vincerla, ma il Legnano ha difeso a denti stretti sfiorando nel finale il colpaccio con Colombini che, dribblati due uomini, ha subito un netto fallo da rigore non fischiato dall’arbitro.

“Nelle ultime dieci partite – ha commentato Apollo – abbiamo ottenuto nove risultati utili e sbagliato solo la partita di Ligorna. La squadra sta crescendo molto e oggi, contro un squadra fortissima, abbiamo dato davvero il meglio”.

Questo articolo è stato letto [post_views] volte