A Bareggio tris lilla nell’ultima amichevole

Era l’ultima amichevole prima dell’inizio del campionato. Il Legnano l’ha vinta con un 3-0 chiaro, frutto di un ottimo secondo tempo.

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

A Bareggio, contro una squadra di tutto rispetto costruita per vincere il campionato di Promozione, l’obiettivo era tenere caldi i muscoli e la testa concentrata sul ritmo partita. Mister Gatti ha schierato nel primo tempo il tridente delle stelle, con Panigada, Felipe e Crea. Una Santabarbara in grado di scardinare potenzialmente qualunque difesa: in 45 minuti, però, non è bastata a sfondare il muro dei milanesi, che hanno lottato in modo aspro rendendo ostica la manovra e spezzando i fraseggi lilla. Ne è uscito un primo tempo brutto e con poche occasioni. Da notare l’impiego di De Lucia in fascia sinistra al posto di Azzolin, che Gatti non ha voluto rischiare per i 90 minuti a causa di un leggero problema alla caviglia. Il talento ex Varese è però entrato nella ripresa, quando mister Gatti ha inserito anche Myrteza al posto di Panigada, Ortolani per Scarcella, Bonomi per Trabuio e il giovane 2000 Borghi.

La qualità dell’incontro è migliorata. Il Legnano ha realizzato due bellissime reti: la prima con uno stacco imperioso di Mele su cross di Scarcella, la seconda con un inserimento in velocità di Provasio (nella foto) a coronamento di una splendida azione corale. Il tris lo ha realizzato Borghi con un tap-in su ribattuta del portiere.

“Non abbiamo rischiato niente contro una squadra che punta a vincere il suo campionato – commenta Gatti – Il primo tempo non è stato certo bello. Troppo scorbutico. Meglio il secondo, nel quale avremmo potuto arrotondare il punteggio. Adesso ci aspetta una settimana di lavoro intenso, senza altre partite, prima di Lodi”.

Ottime notizie dall’infermeria, per fortuna vuota se si eccettua l’infiammazione di cui soffre Leotta. Un punto su cui Gatti vuole spendere parole importanti: “Il fisioterapista sta svolgendo un grande lavoro. Al minimo problema interviene con una professionalità di altissimo livello. Siamo nelle mani migliori”.