Gol di Confalonieri, buon pari a Verano

FOLGORE CARATESE-LEGNANO 1-1 (1-1)

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

FOLGORE CARATESE: Merelli, Grbic, Troiano, Romano (17′ st Fognini), Kone (26′ st Lo Faso), Ciko, Gomez (35′ st Di Stefano), Caiazza, Esposito, Cani (10′ st Repetto), Derosa (17’ st Cocuzza). All. Longo.

LEGNANO: Russo, Caradonna, Barbui, Bini, Becchi, Di Lernia, Beretta (18′ st Bingo), Bertoli, Ravasi (36′ st Quaggio), Confalonieri, Gasparri (36′ st Barazzetta). All. Sgrò.

RETI: 16’ pt Confalonieri, 45’ pt Troiano.

 

Un pari buono e giusto tra Caratese e Legnano. Con qualche rammarico per la clamorosa doppia occasione fallita nella ripresa, nella stessa azione, da Gasparri e Beretta. Il Legnano, in attesa della partita casalinga di domenica con il Vis Nova, esce molto bene dal doppio impegno contro due squadre temibili e ambiziose come Ciserano e Caratese.

Sgrò ha dovuto schierare una formazione inedita con Bertoli titolare e Barbui dall’inizio. Le assenze sono numerose e pesanti, ma la rosa sta rispondendo alla grande e il mister sta provando anche alternative. La partita ha visto una Caratese più manovriera e un Legnano compatto pronto a colpire nelle ripartenze. Gioca bene la squadra di Longo, lo sappiamo. Nello scorso campionato ci fece vedere i sorci verdi all’andata, quando portammo a casa un pareggio miracoloso da Verano. Quest’anno non è stata la stessa cosa: sul piano del gioco la compagine brianzola è stata propositiva, ma non ha creato molto. Il Legnano ha invece costruito le opportunità più clamorose. Buono l’inizio della Caratese, ma nessuna conclusione. Al 17’, invece, i ragazzi hanno trovato subito il vantaggio al primo affondo. Contropiede sulla destra con Gasparri che ha servito Confalonieri solissimo: il suo diagonale non ha perdonato. La Caratese ha continuato a proporre palleggio e schemi, ma senza trovare uno sprazzo per tirare, tanto che è stato il Legnano a sfiorare il raddoppio al 32’, con Gasparri che sfruttando il liscio di un difensore su cross dalla destra ha calciato da centro area sfiorando il palo. All’ultimo secondo il parteggio della Caratese: cross di Ciko a pescare Troiano sul vertice sinistro dell’area piccola. Da applausi la sua conclusione volante.

Nella ripresa gli spazi si sono fatti più invitanti per i contropiedi lilla, ma la partita non è cambiata gran che. A destare qualche rimpianto è la clamorosa occasione creata al 14’ da Gasparri che ha rubato palla a De Rosa e si è involato in totale solitudine in una cavalcata di 40 metri verso Merelli. Il portiere ha chiuso bene lo specchio e ribattuto, la palla è arrivata a Beretta che ha avuto il tempo di aggiustarsela e mirare, ma la sua conclusione si è stampata sulla traversa. Al 23’ Russo ha deviato in angolo una conclusione in rovesciata e ha dovuto compiere una prodezza al 94’ su una conclusione da centro area.

I 34 punti fin qui raccolti sono un buon bottino. La partita di domenica con il Vis Nova e il recupero col Villa Valle sono due occasioni d’oro per scalare ulteriormente una classifica già buona.