Pari a Chieri: Legnano imbattuto, ma….

CHIERI-LEGNANO   0-0

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

 

CHIERI: Bonofiglio, Benedetto, Pautassi, Abelli, Conrotto, De Letteriis, Spera (23’ st Gerbino), Castelletto (32’ st Della Valle), Barcellona (23’ Ferrandino), Ravasi (10’ st Pedrabissi), Ozara (37’ st bianco). All. Didu.

 

LEGNANO: Colnaghi, Barbui, De Stefano F., Di Lernia 42’ st Pellini), Ambrosini, Luoni, Gasparri, Tiunesi, Grandi (14’ st Brusa), Ronzoni (29’ st Damo), Cocuzza. All. Brando.

 

Il Legnano sembra affetto da pareggite. A Chieri, su un campo difficile, è arrivato il terzo pari  consecutivo: il risultato a occhiali è lo specchio fedele di ciò che si è visto in campo. Anche per chi ambisce ai massimi traguardi, non è da buttare su un terreno insidioso come questo, ma ci si interroga sempre, quando si divide la posta, sul bicchiere mezzo vuoto e mezzo pieno. La risposta la dà il ds Vito Cera: “Non butto di certo questo risultato, o meglio non lo butterei se non avessimo pareggiato con il Saluzzo e l’Arconatese, due partite che avevamo in mano. Così invece mi lascia l’amaro in bocca. Non voglio trovare scusanti, ma non allenarsi per 14 giorni e poi, dopo due giorni di preparazione, buttarsi in un tour de force con una partita ogni tre giorni, non è facile per nessuno. Il dato importante da sottolineare è che siamo imbattuti. Ripartiamo da qui e domenica scenderemo in campo con una determinazione da far paura”.

Il Legnano ha gestito la partita, equilibrata fino alla fine e con poche emozioni. Nel primo tempo gli unici sussulti sono stati la grande parata di Bonofiglio su tiro di Cocuzza, da sviluppi di un corner al 24’, cui ha fatto da pendant una prodezza di Colnaghi su tiro di Castelletto, al 37’. Al 40’ Cocuzza ha messo in difficoltà ancora il portiere di casa su punizione.

Anche la ripresa è stata avara di adrenalina: al 23’ Ferrandino da buona posizione in area ha perso un tempo rientrando sul sinistro e facendosi murare. Ancora Cocuzza ha sfiorato il gol al 29’ impegnando duramente Bonofiglio. Brivido finale per una conclusione di Predabissi finito fuori di un soffio, al 46’.

Legnano imbattuto ma… si può completare la frase in mille modi: i tre punti servono come il pane; i due risultati sprecati pesano; se il campionato non fosse una corsa a ostacoli contro il Covid; se…con i se e con i ma non si fa la storia, ma cominciando a vincere sì. A partire da Castellanza.