gatti

Parte la stagione: la probabile formazione per Treviglio

L’attesa è finita. Domani, 27 agosto, alle ore 17, allo Zanconti di Treviglio andrà in scena il debutto ufficiale del rinnovatissimo Legnano.

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

News offerta da:

Si gioca il primo turno del gironcino a tre di Coppa Italia e sarà subito molto impegnativo. Anche la Trevigliese, infatti, si è parecchio rinforzata e punta in alto. Mister Roberto Gatti è conscio delle difficoltà, ma anche molto fiducioso nelle qualità della rosa messagli a disposizione dal presidente Munafò e dal ds Cuscunà. Tra l’altro, a parte un lieve infortunio a Leotta e un colpo che non preoccupa subito da Felipe in allenamento, tutti i giocatori sono in condizioni ottimali.

L’ultima valutazione verrà data domani, verificando il recupero o meno di Leotta (Felipe ci sarà sicuramente). Il Legnano si schiererà con il 4-3-3 che inizialmente potrebbe vedere questi interpreti: Romanò in porta, con difesa composta da Scarcella a destra, Azzolin a sinistra e Rovrena e Mele centrali. A centrocampo Mavilla in regia con Provasio e Trabuio mezzali. Davanti Myrteza (di ritorno dallo stage con l’Albania), Crea (decisamente al top) e uno dei due tra Felipe e Panigada. Parliamo di formazione iniziale, perché Gatti è chiaro: “Tutti i nostri attaccanti vedranno il campo. Non ha senso tenere fermi giocatori di questo livello. C’è tempo e posto per tutti e quattro là davanti, e lo stesso dicasi per gli altri reparti dove la rosa è ricca e forte”. L’accenno è soprattutto a Ortolani, anche lui destinato quasi certamente a subentrare a partita in corso. Occhio alla regola degli under: con l’obbligo del 99, ultimo tassello dove la società deve ancora intervenire sul mercato, per far giocare tutti i pezzi d’artiglieria deve entrare prima un pari età di Myrteza. Attualmente in questa casella ci sono solo Di Giglio e De Lucia, che per altro hanno favorevolmente impressionato.

Quanto alla Trevigliese, è avversario da prendere con le pinze: “Ottima squadra, un nuovo mister e una società che lavora bene – commenta Gatti – Dietro hanno due centrali molto fisici e due esterni giovani, tutti con molta serie D alle spalle. Anche a metà campo hanno elementi esperti, soprattutto Silvestri. Sarà difficile, ma sono molto fiducioso”.