Categoria: Comunicati Ufficiali

Complimenti dottor Pellini!

Un dottore lilla. Stefano Pellini, regista del Legnano, si è laureato in scienze motorie sportive, con l’obiettivo di specializzarsi in futuro come nutrizionista.

La società, a partire dal prediente Munafò, porge a Stefano le più sentite congratulazioni per questo importantissimo risultato e gli porge i migliori auguri per il suo futuro, naturalmente colorato di lilla.

Il presidente Munafò: “Calcio dilettantistico al capolinea”

Il campionato di serie D sta entrando in un tunnel di cui non si vede l’uscita. Il rinvio di Lavagnese-Legnano è l’ultimo di una lunga serie di imprevisti che colpiscono al cuore la regolarità della competizione. La salute è al primo posto e nessuno mette in discussione questo ovvio e sacro principio, ma il caos regna sovrano e il presidente lilla Giovanni Munafò intende fare chiarezza.

Presidente, come vede l’attuale situazione?

“Stiamo vivendo un periodo molto complicato. Il protocollo, con il rinvio della partita con la Lavagnese, ha dimostrato una volta di più di non funzionare. Lo applichiamo come società seguendo tutte le norme, ma poi l’ATS può sospendere le partite e tenere un gruppo di giocatori isolato per 14 giorni. Come fa una società che non si allena da due settimane a rientrare improvvisamente in campo contro una che ha giocato e si è allenata regolarmente? Il campionato è falsato perché ci sono squadre che hanno giocato sempre e altre che sono entrate in campo una volta sola, come noi. Credo che torneremo in campo con la Castellanzese il 25 ottobre, in una situazione totalmente squilibrata dal punto di vista della preparazione. Siamo fermi da una settimana, staremo fermi anche la prossima, poi dovremo fare i tamponi dopo la fine della quarantena, cioè dopo il 14. E’ lampante che il protocollo non regge: mi auspico che venga rivisto con urgenza. Da qui a fine andata dovremo giocare 18 partite in 8 settimane, con il rischio micidiale di continui rinvii. Ditemi come è possibile riuscirci”.

La domanda è dura ma inevitabile: vale la pena continuare?

“Ho convocato un consiglio straordinario il 13 ottobre per riportare a tutti i soci la situazione. In quell’occasione vedremo il da farsi”.

Non doveva arrivare un contributo dalla Lnd?

“Ci hanno fatto capire che ci avrebbero dato un aiuto per il campionato scorso, concluso anticipatamente. E adesso non c’è alcuna notizia o avvisaglia di nuovi contributi. Eppure stiamo facendo tutto scrupolosamente come le società professionistiche. E’ un momento di grande confusione. Finché non ci sarà un nuovo protocollo chiaro e praticabile, con cui società, Lega e Ats possano collaborare con ruoli ben chiari, non se ne esce. Una domanda la faccio io: le partite di chi ha giocato successivamente al riscontro di un caso di positività, in cui ovviamente quel giocatore è stato fermo, ma i compagni sono scesi in campo, sono valide? Un’ATS decide una cosa e un’altra fa diversamente: è assurdo. Siamo arrivati alla follia, questo è il capolinea del calcio dilettantistico.  O si rivede subito il protocollo o si sospende il campionato, perché non si gioca ad armi pari”.

Per Legnano-Vogherese obbligatorio prenotare il biglietto!

Le misure anti Covid chiedono ai tifosi lilla di seguire una procedura rigorosa: per l’amichevole di domani contro la Vogherese è necessario acquistare il biglietto in anticipo presso la sede di via Palermo, oggi dalle 14.30 alle 19.30 e domani mattina dalle 9.30 alle 12.30.

In alternativa lo si può prenotare on line all’indirizzo segreteria@aclegnano.it e poi ritirarlo al botteghino prima della partita. In entrambi i casi andrà compilata un’autocertificazione (il modulo sarà disponibile all’ingresso). Per nessun motivo verranno venduti biglietti al botteghino senza prenotazione!

Per gli incontri di campionato la società emetterà per tempo un comunicato esaustivo con tutte le norme da seguire, aggiornato a eventuali nuove norme. Ai tifosi diamo un consiglio caloroso: gli abbonati saranno agevolati, quindi sottoscrivere la tessera garantirà vantaggi importanti.

L’annuncio del presidente Munafò: “Rinunciamo alla Coca Cola Cup”

Il Legnano rinuncia alla Coca Cola Cup, la Coppa Italia maggiore a cui partecipano le società di A, B, C e le migliori di D. Lo ha annunciato ufficialmente il presidente Giovanni Munafò: “Ci tenevamo, era una bellissima esperienza da vivere con i nostri tifosi, ma le condizioni imposte dalle norme anti Covid la rendono improponibile. Sono previsti tamponi e test sierologici a giocatori e staff, non è garantita la territorialità, quindi avremmo potuto andare a giocare anche in Sicilia con i costi che si possono immaginare. Ma l’elemento decisivo sono le porte chiuse: senza i nostri tifosi, senza la metà dell’incasso che ci avrebbe fatto ammortizzare i costi della trasferta, davvero altissimi, andremmo a giocare solo per il blasone. Capisco che possa essere importante, ma non in una situazione come quella attuale: preferiamo concentrarci sugli obiettivi reali e alla nostra portata”.

Il Legnano parteciperà quindi alla Coppa Italia di serie D, il cui inizio dovrebbe essere ai primi di ottobre.

Dal 22 luglio parte la campagna abbonamenti 2020/2021

Dal 22 luglio 2020, parte la campagna abbonamenti per la stagione 2020/2021 e per venire incontro alle problematiche economiche derivanti dal Covid, abbiamo deciso di mantentere gli stessi importi dello scorso anno, ovvero:

  • Curva: 50,00€
  • Tribuna laterale: 100,00€
  • Tribuna blu: 150,00€
  • Tribuna rossa: 300,00€
  • Over 70: 50,00€
  • Under 14: ingresso gratutio

Inolte, per chi è in possesso di un abbonamento alla stagione 2019/2020, potrà ottenere uno sconto sul rinnovo semplicemente passando in segreteria col vecchio abbonamento.

Vi aspettiamo  !

Nuovo sponsor per il Legnano: CIBOOM

Un nuovo sponsor si affianca alle attività commerciale a sostegno del Legnano Calcio, si tratta di CIBOOM, un innovativo ristorante di cucina italiana che si trova a Tradate, in via Rossini 20.

Il locale, che propone le eccellenze culinarie della nostra trazione e piatti innovativi, ha deciso di aderire alla campagna sponsor per la nuova stagione sportiva.

Ringraziamo il nuovo sponsor per la fiducia accordata e gli diamo il benvenuto nella famiglia lilla !

 

 

Il dolore del mondo lilla: Andrea Rinaldi ci ha lasciato

L’Ac Legnano, il mondo lilla, la città e l’intero universo calcistico, a tutti i livelli, oggi vivono uno dei loro giorni più sconvolgenti. Andrea Rinaldi, il nostro guerriero, ci ha lasciato. Un aneurisma lo ha strappato alla vita a 20 anni non ancora compiuti, nel fiore degli anni, con una vita davanti e con una carriera che prometteva traguardi luminosi. Una tragedia improvvisa e sconvolgente, impossibile anche solo da immaginare.

Andrea ha lottato per tre giorni dopo il malore che lo ha colpito. Purtroppo non c’è stato nulla da fare. Potremmo scrivere pagine e pagine per raccontare chi era questo ragazzo d’oro, esemplare nella vita e nel gioco. Mai una parola e un tono fuori posto, mai una protesta e una polemica, sempre e solo correttezza, impegno, educazione e rispetto. Valori trasmessi da una famiglia magnifica attorno a cui tutti dobbiamo stringerci per cercare di infondere coraggio e forza davanti a qualcosa di troppo abnorme per essere accettato, elaborato e compreso in termini razionali.

“Andrea arrivava agli allenamenti e come prima cosa veniva a salutarmi – è il ricordo del presidente Giovanni Munafò – Questo è un ricordo che porterò nel cuore. Un ragazzo straordinario, un esempio per tutti. A nome della società esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia; siamo sicuri che Andrea da lassù potrà essere il solito guerriero di sempre, che lottava in mezzo al campo per dare una gioia ai tifosi del Legnano”.

Ora può sembrare l’ultima delle cose ricordare la sua carriera di calciatore, ma crediamo che lui voglia essere ricordato dai tifosi proprio per quello che ha mostrato in campo: cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta, dove ha fatto l’intera trafila, ha giocato nel Mezzolara in D esordendo nell’Imolese in C. Quindi l’arrivo al Legnano, dove in un anno ha giocato da mezzala mostrando una rapidità e un dinamismo che sconcertavano le difese avversarie. Un motorino di centrocampo immarcabile. Tutti ricorderemo il gol che segnò a dicembre nella sua nativa Carate e che regalò una vittoria fondamentale al Legnano.

Vogliamo ricordarti così Andrea e non dirti addio: corri e gioca lassù per il tuo Legnano, ti avremo sempre nei nostri cuori.

Tifosi lilla, aiutiamo la lotta contro il coronavirus!

Il Legnano si appella al cuore dei tifosi lilla per aiutare la lotta contro il coronavirus. Le partite sembrano lontane anni luce, ma ora si gioca su un campo molto più importante: gli ospedali di Legnano, Abbiategrasso, Magenta e Cuggiono sono in prima fila nella battaglia contro il Covid-19.

 

La Fondazione degli ospedali, che coordina la raccolta fondi per i quattro nosocomi, ha aperto un conto corrente per le donazioni. L’Ac Legnano invita tutti i suoi tifosi e i cittadini legnanesi ad appoggiare questa raccolta: “Gli eroi – spiega il presidente Giovanni Munafò – sono i medici e gli infermieri in prima linea. Aiutiamoli perché loro possano aiutare e garantire a tutti le cure necessarie per sconfiggere il virus”.

Il cuore dei tifosi lilla si è già dimostrato grande in molte iniziative di solidarietà: sicuramente lo sarà ancora di più per questa emergenza mondiale che tocca tutti noi”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Iban per effettuare le donazioni è: IT05BO503420211000000006896.

Lutto nel mondo lilla

Il Presidente, i Dirigenti, lo staff e i ragazzi del Legnano Calcio, sono vicini al nostro addetto stampa Loris Lazzati per la scomparsa del papà.

La società lilla esprime le proprie condoglianze a Loris e tutta la famiglia.