Categoria: Comunicati Ufficiali

E’ Antonio Palo il nuovo allenatore del Legnano

Il Legnano ha scelto il suo nuovo allenatore.

E’ Antonio Palo, 44 anni, proveniente dal Picerno (Lega Pro), dove è stato tecnico della Beretti, poi per due anni allenatore in seconda e quindi nelle ultime due stagioni primo allenatore. Vanta esperienze come collaboratore tecnico in serie C nel Pisa e nel Siracusa.

A mister Palo i migliori auguri di un buon lavoro nella sua avventura lilla!

Settore giovanile, nasca la partnership Legnano-Cedratese

Il Legnano ha chiuso un importante accordo per il settore giovanile. Con la nuova stagione ci sarà una partnership con la Cedratese Calcio: l’accordo è stato sancito dai due presidenti, Giovanni Munafò e Stefano Bettinelli.

Da oggi in poi i migliori ragazzi della Cedratese, dopo l’ultimo anno di Allievi, potranno passare nel Legnano per giocare nella Juniores nazionale o in prima squadra.

“La Cedratese – commenta il presidente Munafò– è cresciuta tanto e rappresenta ormai una realtà importante del calcio giovanile. Questa partnership è stata fortemente voluta dal nostro direttore sportivo Raffaele Ferrara e sono sicuro sarà molto importante per i nostri colori”.

Simonini in società, Ferrara nuovo ds: ecco il Legnano 2022-23

Il nuovo Legnano ha posto le fondamenta per una stagione da protagonista. Lunedì sera al Welcome Hotel la società ha presentato le prime due grandi novità: il nuovo direttore sportivo Raffaele Ferrara e l’ingresso in società di Roberto Simonini. Con un imprenditore della statura di Simonini si rafforza in modo sostanziale l’assetto societario, mentre l’esperienza di Ferrara nella conduzione tecnica non ha bisogno di presentazioni. La sua lunga carriera nel mondo professionistico lo ha reso oggetto del desiderio di molte squadre di C, ma la sua scelta è caduta su Legnano.

Importantissime le conferme: ad affiancare il presidente Giovanni Munafò saranno i due vice Alberto Tomasich e Nazareno Tiburzi. Il direttore generale sarà Francesco Focone.
“Come società abbiamo lavorato molto e devo ringraziare tutti, dai dirigenti all’ultimo dei volontari – ha sottolineato Munafò – Adesso sono orgoglioso di avere con noi come primo tifoso Roberto Simonini e Raffaele Ferrara, che avrà la totale decisionalità in campo tecnico La famiglia Legnano si allarga. Non faccio promesse, sono realista, ma ci metteremo tutto per fare ancora qualcosina in più dell’anno scorso. Con questo e altri ingressi saremo pronti a nuove sfide. Sono contento, carico e motivato. Non è detto che chi più spende più ottiene. E’ più importante avere una società solida e sana”.
“Avevo nostalgia del calcio – sono state le prime parole dell’ex presidente dell’Inveruno – Dopo il Covid volevo rientrare. Giovanni, suo padre e Francesco Focone mia hanno detto se volevo dare una mano. Eccomi qua”
“Ho trovato un gruppo incredibile – ha commentato Nazareno Tiburzi – Io sono di Legnano, questo è il posto giusto per me. Ringrazio Giovanni per questo incarico di responsabilità. Ferrara come Simonini è uomo di sport. Posso solo essere felice. Siamo un bel team e una bella squadra”.
Sul ds Ferrara, cui toccherà il compito di scegliere il nuovo tecnico e allestire la squadra, ci sono le attese maggiori: “Sappiamo quali sono le aspettative dei tifosi. Io non sono una grande oratore, ma di parole ne servono poche, occorrono i fatti. Avevo altre soluzioni, la Pro Sesto mia aveva cercato, li ho ringraziati ma avevo già scelto Legnano. Entro fine settimana decideremo chi sarà l’allenatore, abbiamo una rosa di tre nomi in ballo. Sui giovani e sul mercato in generale la linea è che cambieremo molto. Decideremo gli acquisti dopo aver scelto l’allenatore, in base al modulo che lui predilige e a dove sceglierà di farli giocare”.

Alberto Tomasich ha rimarcato: “Sono contento di essere ancora qui. Il lilla quando ti entra dentro non ti molla. Abbiamo voglia di fare sempre meglio e lavorare per il bene della società e dei tifosi. Gli impegni lavorativi cambiano e aumentano, ci sono stato poco allo stadio ma dietro le quinte c’ero eccome”.
E’ intervenuto anche Letterio Munafò: “Sono contento dei risultati di questi anni. Grazie soprattutto a Giovanni per coraggio e visione, determinazione e professionalità. E per il rapporto di lealtà verso tutti i componenti, fino a ogni singolo volontario. Siamo arrivati secondi, c’erano squadre più forti, ma noi eravamo più squadra. Voglio ringraziare Ferrara e Simonini. Da subito abbiamo trovato il giusto feeling per cominciare un rapporto che spero sia lungo e proficuo”.
Novità anche per le giovanili: “Ci sarà una nuova figura di raccordo tra Legnano e Academy. L’Academy è il Legnano calcio, va sottolineato perché c’è chi pensa che non sia così. C’è un presidente come Alfonso Costantino che ha il suo modo di vedere il calcio, come è giusto. Il progetto alla lunga sarà vincente”.
Munafò ha chiuso con un pensiero ai tifosi e alle ambizioni di promozione, che vanno gestite con prudenza: “Simonini entra come amico e sponsor. Col tempo, conoscendoci, si andrà oltre con serietà. I tifosi? Li capisco, ma finché le proteste hanno un atteggiamento costruttivo. Vogliono vincere sempre, ambiscono al salto di categoria. Pian piano ci proveremo, ma dobbiamo fare il passo secondo la gamba. L’ultima volta che abbiamo fatto calcio male in C siamo falliti. Dobbiamo farlo quando saremo pronti. Invito i legnanesi a vedere meno Milan e Inter e a sostenere il Legnano. Per l’anno prossimo stiamo lavorando a un abbonamento combinato che consenta di vedere calcio e altri sport simultaneamente. Dobbiamo far tornare le persone e far portare i figli. Bisogna educare i figli ad amare la città e la squadra della città”.
Tomasich ha chiuso con il tema della comunicazione: “L’obiettivo è che si parli sempre più di Legnano calcio. E rafforzare i social con l’inserimento di professionisti”.

Il popolo lilla per l’Ucraina

In data odierna una delegazione della chiesa Evangelica di Busto ha ritirato il materiale raccolto dal popolo lilla.

Il Presidente Giovanni Munafò ringrazia tutti coloro che hanno contribuito all iniziativa benefica a favore della popolazione Ucraina.

Un aiuto per l’Ucraina

La Società A.C.Legnano invita tutti i tifosi a sostenere l’iniziativa portando presso la sede della società in via Palermo 33 quanto richiesto sulla locandina o effettuando una donazione all’ iban indicato.

L’attuale situazione in Ucraina non può lasciarci indifferenti, con un piccolo gesto tutti insieme potremmo dare il nostro contributo per i fratelli ucraini.

Tutto il materiale raccolto sarà consegnato alla chiesa evangelica di BUSTO A., che in questo momento distribuisce pasti a diverse famiglie soprattutto donne e bambini che si recano per i pranzi e le cene presso la struttura.

Per chi vorrà contribuire con una donazione, la causale da inserire è : A.C.LEGNANO PER UCRAINA

FORZA LEGNANO FORZA UCRAINA.

Un nuovo portiere per il Legnano.

Per questo rush finale di campionato la società, visto l’infortunio di Giovanni Russo (si attende il risultato della risonanza magnetica per conoscerne l’entità) è corsa ai ripari affiancando a Luca Tamma un promettente 2003: Riccardo Tolomeo, ex Trastevere e Alma Juventus Fano.

Naturalmente si spera in un recupero rapido del nostro portierone, ma gli impegni serrati per la lotta play off imponevano un intervento tempestivo, che il ds Eros Pogliani ha prontamente effettuato.

Francesco Focone è il nuovo direttore generale

Il Legnano calcio nomina il direttore generale. Si tratta di Francesco Focone, che assolverà i compiti della funzione che ricoprirà, interfacciandosi con la presidenza della società che lo ha chiamato a rivestire l’incarico. Napoletano di origine, Focone, a Legnano dal 97, èlaureato in economia e commercio ed ha prestato servizio nella GDF quale comandante del Nucleo mobile e della 2″ Sez operativa volante della nostra città.

Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, decorato medaglia d’oro dell’ordine cavalleresco militare dei Mauriziani di cui è Cavaliere, ha ricevuto nel 2017 la benemerenza civica del Comune di Legnano. Appassionato di calcio, tifoso del Napoli ma dal cuore lilla, il novello Direttore Generale, alla sua prima esperienza della specie, come in qualsiasi altra società sportiva, dovrà coordinare e ottimizzare le strategie societarie, rispondendo e interfacciandosi direttamente con il Presidente Munafò.

Le sue capacità organizzative e gestionali sicuramente gioveranno alla società che inserendo questa figura, da qualche tempo vacante nel suo organigramma, manifesta la voglia di sempre meglio strutturarsi e crescere per raggiungere sempre migliori risultati. Risultati che il popolo lilla merita e che la proprietà da sempre si impegna con tenacia e passione per ottenere.

AI DG la presidenza ed il consiglio direttivo formulano i migliori auguri di buon lavoro e ovviamente..forza Lilla.

Un nuovo sponsor per il Legnano: Metallurgica Legnanese

E’ ufficiale, la Metallurgica Legnanese è entrata a far parte degli sponsor lilla!

La gloriosa industria legnanese, presente da oltre 50 anni sul territorio e specializzata nella lavorazione dell’acciaio, ha deciso di sposare il progetto del Legnano Calcio, a riprova del forte legame tra l’azienda e la città del Carroccio.

La scelta dell’azienda di legarsi ai Lilla è la prova più lampante della bontà del progetto Legnano Calcio; progetto in cui Metallurgica Legnanese ha creduto fin da subito e di cui il presidente Munafò non può che essere orgoglioso. La solidità dell’azienda, abbinata alla serietà e la solidità delle scelte fatte da Legnano Calcio, non potranno che portate a nuovi e più importanti traguardi per entrambe le società.

Invitiamo tutti gli amici e tifosi lilla ad unirsi a noi per dare il benvenuto a Metallurgica Legnanese!