Tag: Aclegnano

Mamadou Kone nuovo giocatore del Legnano

Mamadou Kone, una freccia in maglia lilla

Mamadou Alfred Kone è il secondo giocatore che farà parte del A.C. Legnano nella stagione 2022/2023.

Ivoriano, nativo di Adjamé, Kone è un giocatore in grado di agire su tutto il fronte d’attacco prediligendo partire sulla corsia di destra. Classe 1998, ha giocato in Lombardia nell’ultima stagione con la maglia della Folgore Caratese, collezionando 36 presenze tra campionato, coppa e playoff segnando 2 reti.

Sono 146, in totale, le presenze nel massimo campionato dilettantistico, con le stagioni più prolifiche vissute in Sardegna con la maglia del Latte Dolce (5 gol) e in Molise, con l’Olympic Agnonese, dove segna 8 gol in 24 partite giocate.

Giocatore che fa del suo dinamismo, del suo atletismo e della sua velocità i suoi punti di forza, sarà un elemento importante nella rosa del tecnico Alessio Palo.

Benvenuto a Legnano, Mamadou!

 

Mamadou Kone Welcome

Stefano Banfi nuovo attaccante del Legnano

Stefano Banfi il primo innesto per il nuovo Legnano

A.C. Legnano è lieta di comunicare che Stefano Banfi è un nuovo giocatore lilla.

Prima punta, classe 2000, Stefano è il primo giocatore a far parte della rosa di Antonio Palo. Giocatore giovane, pur non più “under”, è uscito dal settore giovanile della Pro Patria. La prima esperienza tra i “senior” è stata col Verbano in Eccellenza, 4 gol all’attivo dopo essere arrivato nel mercato di gennaio.

L’anno successivo altri 4 gol ma in Serie D, alla Castellanzese, mentre la definitiva consacrazione avviene a Caronno Pertusella. Voluto dal direttore sportivo Raffaele Ferrara, segna 11 gol nel girone A di Serie D.

Lo scorso anno torna alla Pro Patria, firmando il suo primo contratto da professionista. Ma colleziona solo 5 presenze e 187 minuti sul terreno di gioco. Voglia di campo e di rivalsa per Stefano, che non vede l’ora di cominciare la sua nuova avventura a Legnano.

Benvenuto in maglia lilla!

 

Aldo Capocci farà parte del consiglio direttivo

 

Aldo Capocci entra a far parte del consiglio direttivo del A.C. Legnano.

La stagione 2022/2023 inizia con una novità importante a livello societario, che testimonia il legame forte che lega Capocci ai colori lilla. E che lega ancor di più lo stesso Capocci alla famiglia Munafò. Proprio il presidente Giovanni Munafò ha fortemente voluto l’ingresso di Capocci nel consiglio, consapevole di quanto bene potrà fare anche nel suo nuovo ruolo.

E Aldo Capocci, bandiera del Legnano da più di 50 anni, è carico: “Ho tanti ricordi che mi legano a questa maglia. Su tutti, però, ricordo la vittoria del campionato Allievi nella stagione 1990/1991. Il mio Legnano sul tetto d’Italia, un’emozione unica”. Un momento indelebile nella nostra storia, la volontà di scrivere altre pagine importanti con una nostra bandiera.

Il presidente Munafò: a fine stagione cedo il Legnano

Con il presente, intendo comunicare che, a seguito di approfondite riflessioni e valutazioni con i Vertici societari e con i consiglieri, ritengo non sussistano più le condizioni per la prosecuzione della mia Presidenza; anche questa Domenica, infatti, dopo ben 11 risultati utili consecutivi, la squadra ed il tecnico sono stati oggetto di critiche illogiche, a conferma del fatto che alcuni presunti tifosi non aspettassero altro che uno scivolone per poter sfogare le proprie frustrazioni, manifestando la propria insoddisfazione verso una squadra seconda in classifica e quindi in piena lotta per il raggiungimento della serie D.
A fine anno cederò il Club a chi avrà voglia di andare avanti con la stessa serietà e passione che abbiamo avuto sino ad oggi e che continueremo a mantenere fino a fine stagione.
La scelta di emanare oggi il comunicato è l’ennesimo gesto di rispetto e amore verso questa gloriosa società, cosi da lasciare a tutti gli imprenditori che certamente saranno interessati a rilevare il Club le giuste tempistiche per programmarne l’acquisizione ed impostare la prossima stagione sportiva.
Sottolineo che gli impegni presi nei confronti dei giocatori e collaboratori verranno puntualmente rispettati ed onorati, al fine di perseguire l’obbiettivo della promozione che resta immutato, per dare la giusta soddisfazione calcistica ai veri tifosi lilla ed anche a noi stessi, considerato l’impegno, la dedizione e le risorse profuse.

Il Presidente
A.C. LEGNANO S.S.D.A.R.L.
Giovanni Munafo’

Francesco Cuscunà

Fissate le prime amichevoli

E’ stato fissato nei dettagli il calendario della preparazione del Legnano. E con esso le prime amichevoli che la rinnovatissima squadra lilla affronterà per avvicinarsi nel modo migliore al campionato, indipendentemente dalla categoria.

La prima amichevole con la guida di mister Roberto Gatti

si giocherà sabato 29 luglio, alle ore 17, al centro sportivo di Novarello contro la Primavera del Novara.

La seconda vedrà come avversario il Seregno (serie D) e verrà disputata sabato 5 agosto al centro sportivo Pino Cozzi, a Legnano, alle 17. Sullo stesso terreno, domenica 13 agosto, il Legnano affronterà l’Oleggio, formazione che milita nella Promozione piemontese. Anche in questo caso inizio alle 17.

Il test più probante sarà domenica 20 agosto a Inveruno, contro la quotata formazione locale reduce da un brillante campionato di serie D. L’orario di inizio è ancora da definire, così come l’avversario e la sede dell’ultima amichevole, della quale si conosce però la data: mercoledì 23 agosto.

Quanto agli allenamenti, seduta pomeridiana nella prima settimana, dalle 15.30 alle 17.30. Idem nella seconda, dopo l’amichevole di Novarello e la giornata di riposo concessa ai giocatori domenica 30 luglio. Da lunedì 7 agosto doppia seduta, il mattino dalle 9.30 alle 11 e il pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30.

Mentre si avvicina l’inizio della stagione dell’ac Legnano, sempre più intense sono le trattative per completare la rosa. Lo spiega il direttor sportivo Francesco Cuscunà: “Sono già 28 i giocatori che inizieranno la preparazione. Saranno aggregati e testai molti giovani di sicura prospettiva provenienti da squadre importanti italiane ed estere”. Quanto ai potenziali titolari, per completare il quadro va riempita al meglio la casella degli esterni d’attacco. In settimana verranno ufficializzati tutti i nomi: la trattativa è molto promettente per quanto riguarda Simone Crea, reduce da quattro stagioni in D tra Bellinzago, Sondrio e Bustese. Servono Under di grande prospettiva per chiudere un mercato di livello già eccezionale, specie se arriverà il ripescaggio in serie D.