Tag: settore giovanile

Ac Legnano e Academy Legnano Calcio, i due presidenti tirano le somme

Ac Legnano e Academy Calcio Legnano: non solo l’unione fa la forza, ma due anime diventano una sola.
Il presidente Giovanni Munafò e il massimo dirigente di Academy, Alfonso Costantino, tracciano un primo bilancio della sfida lilla mirata al grande rilancio del vivaio.
“Non abbiamo dubbi – affermano entrambi -Siamo convinti di aver fatto la scelta giusta. Dall’unione è derivata una crescita notevole a livello sportivo, organizzativo e d’immagine”.
E’ stata anche consolidata l’amicizia personale tra Munafò e Costantino, rafforzata dal lavoro spalla a spalla pressoché quotidiano. Entrambi sono d’accordo che l’obbiettivo è quello di continuare a crescere: si punta in alto con la prima squadra e la Juniores regionale, mentre l’Academy ha il compito di forgiare i nuovi talenti per le due categorie superiori.
“Abbiamo rispettato tutti gli impegni presi – spiegano i due presidenti – Ora si guarda al futuro con positività, molti ragazzi che gli anni scorsi avevano lasciato la società per malcontenti vari ora stanno chiedendo di rientrare a far parte della nostra storica Legnano; lo stesso vale per molti altri che militano altrove”.
“E’ molto positivo – rimarca Costantino – che il presidente Munafò metta sempre a disposizione del settore giovanile lo stadio Mari, per partite o manifestazioni, e che all’interno dello stesso si svolgano le sedute di allenamento di diverse categorie giovanili. Quest’anno era l’anno zero e si sono poste le fondamenta per costruire finalmente una grande Società, basata su una profonda passione e gestita con professionalità, rispetto e serietà, in grado di trasmettere sani valori e principi forti con lo scopo di far crescere i nostri ragazzi e di accompagnarli fino al loro massimo obbiettivo sportivo e umano”.

Juniores travolgente: tre gol a Rho e il derby è lilla

RHODENSE-LEGNANO 2-3 (1-1)
LEGNANO:D’Ippolito, Nisoli, Arrighi, Gentile, Rinaldi, Poerio, Villa, Rossato (46′ st Galbiati), Brusa, Di Stefano, Di Giglio. All. Apollo.

RETI: 2′ pt Brusa, 4′ st Rossato, 34′ st Brusa.

Juniores inarrestabile. Dai giovani lilla arrivano i sorrisi che società e tifosi si aspettano ora anche dalla prima squadra. I ragazzi di Apollo hanno espugnato Rho facendo loro un derby sulla carta durissimo. Tre punti che rendono semnopre più concreta l’ipotesi play off, che fino a qualche settimana fa sarebbe sembrata utopia.
La semnplice verità è che sta pagando il lavoro di mister Apollo, grazie alla volontà e alla dedizione dei giocatori e all’esperienza del tecnico. Una squadrta maturata tantissimo e che può davvero, ora, dare una mano anche come serbatotio di giovani per la formnazione maggiore.
Il Legnano ha fatto capire subito le proprie intenzioni, con una prima mezz’ora di dominio e il gol lampo di Brusa, un destro perfetto dal limite. La Rhodense ha ripreso fiducia nell’ultimo quarto d’ora, pareggiando al 33′. Al ritorno in campo, grazie alle indicazioni di Apollo, si è rivista una squadra compatta, con possesso palla impeccabile e controllo del match. Al 4′ Rossato ha riportato in vantaggio i lilla, avventandosi su una ribattuta del portiere su fendente di destro di Di Giglio. Fantastico il tris di Brusa al 34′, con un missile terrea-aria dal vertice destro dell’area.
Quattro minuti dopo la Rhodense ha accorciato le distanze, ma il Legnano ha amministrato senza patemi. Molto soddisfatto mioster Apollo: “Sto riuscendo a trasmettere quello che mi ero prefisso all’inizio dell’anno. Stiamo facendo davvero bene e siamo cresciuti in tutit i reparti. Dobbiamo migliorare nel gestire certi momenti tesi in cui avversari e pubblico si fanno sentire magari anche con qualche tono sopra le righe. Dobbiamo essere meno timidi, ma stiamo crescendo anche in questo. Alla fine è stata comunque una partita corretta e questo mi ha fatto piacere quanto la prestazione”.

Juniores

Trenchev e Villa stendono la Sestese

LEGNANO-SESTESE 2-0 (1-0)

LEGNANO: D’Ippolito, Villa, Rinaldi, Plebani (40′ st Poerio), Galbiati, Nisoli, Cagelli (17′ st Gentile), Rossato, Brusa, Trenchev, Di Giglio. All. Apollo.

RETI: 3′ pt Trenchev su rigore, 30′ st Villa.

Viene dalla Juniores il raggio di sole nel plumbeo weekend lilla. La squadra di mister Apollo continua il suo cammino di crescita e il suo splendido girone di ritorno vincendo nella cornice magica del Mari. A differenza della prima squadra, i ragazzi hanno avuto ragione della Sestese con una prestazione convincente.
Il vantaggio è stato fulmineo e la partita si è messa subito in discesa: al 3′ Brusa è stato steso su un dribbling secco in area. Trenchev ha insaccato il penalty in sicurezza. La Sestese ha cercato di reagire, ma senza creare occasioni cospicue. Lo ha fatto invece il Legnano, sfiorando più volte il raddoppio con lo stesso Trenchev. Nella ripresa i ragazzi di Apollo hanno ricominciato a macinare gioco, correndo però un rischio sull’unica occasione della Sestese: un miracolo di D’Ippolito ha salvato il risultato. Da lì in poi dominio lilla, fino al raddoppio di Villa con un piattone su calcio d’angolo.
“Temevo il rilassamento dopo la vittoria a Fenegrò – commenta Apollo – Invece i ragazzi sono rimasti concentrati e motivati, disputando un’eccellente partita. Questo atteggiamento mi ha davvero soddisfatto. Dobbiamo andare avanti così”.
Sabato difficile derby sul campo della Rhodense.

La Juniores vince al Mari, decisivo Di Giglio

LEGNANO-BRUZZANO 1-0 (1-0)
LEGNANO: D’Ippolito, Villa, Rinaldi (8′ st Arrighi9, Gentile, Galbiati, Nisoli, Rossato (45′ st Cagelli), Marcolini (22′ st Trenchev), Brusa, Plebani, Di Giglio. All. Apollo.

RETE: 13′ pt Di Giglio su rigore.

Il Mari torna a essere il campo amico anche nel risultato. La Juniores di mister Apollo batte 1-0 il Bruzzano e prosegue il suo ottimo cammino nel girone di ritorno. La partita è cominciata nel migliore dei modi, con la squadra lilla padrona del campo e il vantaggio immediato. Un triangolo Di Giglio-Plebani si è chiuso con il fallo del difensore avversario sulla nostra punta. Lo stesso Di Giglio ha realizzato in sicurezza. Brusa si è mangiato il raddoppio e il Legnano ha continuato a macinare gioco.
La ripresa è stata più scorbutica e meno bella: il Bruzzano l’ha messa sul piano fisico e nervoso, rendendo più difficili le geometrie lilla. Nessun rischio, comunque, se non fuori tempo massimo, quando da un fallo laterale invertito gli ospiti stavano per azzeccare il tiro della domenica. Fortunatamente così non è stato e il Legnano ha incamerato tre punti importanti.
Sabato la partita più difficile, nella tana della capolista Fenegrò.

borghi

Una bella Juniores pareggia a Morazzone

MORAZZONE-LEGNANO 2-2 (1-2)

LEGNANO: Ceveli, Villa (35′ st Rossato), Rinaldi, Gentile, Galbiati, Nisoli, Borghi (24′ st Cagelli), Marcolin (27′ st bisca), Brusa (38′ st trenchev), Plebani, Di Giglio. All. Apollo.

RETI: 20′ pt Brusa, 43′ pt Di Giglio.

Parte bene, ma con un po’ di rammarico per il risultato non pieno, il 2018 della Juniores. A Morazzone, contro la squadra che all’andata li aveva battuti per 3-1, i ragazzi lilla hanno dominato in lungo e in largo, disputando un grandissimo primo tempo, concluso in vantaggio per 2-1 grazie agli splendidi gol di Brusa e Di Giglio, entrambi a coronamento di bellissime azioni manovrate.
Purtroppo un’indecisione su una punizione (inesistente) con batti e ribatti in area, ha causato il primo pareggio dei padroni di casa, al 35′. Dopo lo splendido 2-1 di Di Giglio in chiusura di prima frazione, il 2-2 è arrivato al 23′ della ripresa. Sull’ennesimo lancio lungo oltre la linea difensiva lilla, una spizzata di testa infelice di Nisoli è stata sfruttata dai padroni di casa per involarsi verso la porta di Ceveli.
I segnali forniti dalla squadra sono comunque molto positivi, come sottolinea mister Apollo: “Siamo sulla strada giusta. Avevo già visto questi miglioramenti netti nell’amichevole vinta contro gli Allievi della Pro Vercelli e nella partitella settimanale contro la prima squadra. Abbiamo giocato uno splendido calcio, purtroppo commettiamo ancora qualche ingenuità di troppo. Molto importante è stato l’inserimento di Borghi (nella foto) e Marcolin, scesi dalla formazione maggiore”.
Prossimo appuntamento sabato al Mari (inizio alle 15.30) contro il Bruzzano.

Juniores

La Juniores domina il Magenta al Mari

LEGNANO-MAGENTA 3-2 (1-0)

LEGNANO: D’Ippolito, Galbiati, Arrighi, Gentile, Bisca, Nisoli, De Lucia (8′ st Rossato), Locatelli (25′ st Di Stefano), Trenchev (25′ st Di Giglio), Plebani ((32′ st Villa), Marcolini (8′ st Cagelli). All. Apollo.

RETI: 9′ pt Marcolini, 21′ st Locatelli, 30′ st Galbiati.

Netta vittoria, molto più netta di quanto dica il punteggio, per la Juniores di mister Apollo. Al Mari il Legnano ha dominato per quasi tutti i 90 minuti, mostrando un ottimo calcio nonostante la formazione piena di novità. D’Ippolito è sceso dalla prima squadra per via dell’infortunio dei due portieri Ceveli e Starvaggi. Con lui sono arrivati, dalla formazione maggiore, anche Marcolini e De Lucia. Proprio Marcolini ha segnato il gol del vantaggio rientrando da sinistra verso destra e calciando col suo piede forte da 30 metri. Il pareggio degli ospiti un minuto dopo, con un rigore a dir poco inesistente decretato dall’arbitro. La squadra è un po’ calata nella fase finale del primo tempo, ma ha ripreso il controllo della partita per tutta la ripresa.
Locatelli ha firmato il vantaggio con una punizione dal vertice dell’area, Galbiati ha fatto tris con uno spettacolare missile terra-aria nell’angolo lontano, a coronamento di un bello scambio tra i centrocampisti lilla. L’arbitro ha decretato un altro rigore a dir poco eccessivo al 40′, dando al risultato l’impressione di un equilibrio che in campo non c’è stato.
“Abbiamo stradominato giocando un’ottima prima mezz’ora e una bella ripresa – commenta mister Apollo – Possiamo fare meglio, però. E’ che al Mari qualsiasi squadra si carica a molla e dà il 200 per cento. Sabato prossimo, contro il Base 96, sarà una partita difficile. Vogliamo chiudere l’andata con una vittoria, ma troveremo un avversario temibile”.

Juniores

La Juniores incanta ma deve accontentarsi del pari

CASTELLANZESE-LEGNANO 1-1

LEGNANO: Starvaggi, Villa, Arrighi, De Lucia, Di Stefano, Nisoli, Tosetti (14′ st Trenchev), Locatelli (40′ st Rossato), Brusa, Plebani, Di Giglio (22′ st Cagelli).

RETE: 15′ st Di Giglio.

La Juniores torna a splendere nel gioco, ma non riesce a mettere la ciliegina sull’ottima torta confezionata a Castellanza: ancora una volta è mancata la cattiveria sotto porta necessaria a trasformare il gioco in punti. Il tutto in una partita contraddistinta da un po’ di nervosismo, in campo e fuori. L’intera posta sarebbe stata ampiamente meritata, ma i ragazzi di Apollo devono accontentarsi di un punto.
La prima mezz’ora ha visto il Legnano dominare con un gioco arioso e corale in ogni angolo del campo. Almeno quattro le occasioni nitide create dai lilla, due con Locatelli, una con Brusa e una con Di Giglio. Complice anche la bravura del portiere di casa, la porta è rimasta però inviolata. E sul primo errore, un mancato appoggio di Di Giglio a centrocampo, la Castellanzese è ripartita trovando il gol da fuori area, al 35′. Subito il colpo, il Legnano ha affrontato la seconda mezz’ora coi remi in barca, trovando però il pareggio forse nel momento in cui meno lo aspettava, con Di Giglio bravo a chiudere un’azione insistita di Trenchev. A questo punto e fino alla fine i ragazzi sono tornati in cattedra sfoderando un gran bel calcio, purtroppo senza il sapore del gol vincente. Due volte Cagelli, Brusa e De Lucia hanno sfiorato la marcatura. Molto soddisfatto della prestazione mister Apollo.

D'Ippolito

Juniores volitiva, ma l’attacco del Vittuone fa la differenza

LEGNANO-VITTUONE 1-3 (1-2)

LEGNANO: D’Ippolito, Villa, Arrighi, Gentile (27′ st Cagelli), Di Stefano, Rinaldi, Trenchev (5′ st Nisoli), Locatelli, Brusa, Plebani (42′ st Tosetti), Di Giglio. All. Apollo.

RETE: 13′ pt Di Giglio.

La Juniores esce sconfitta dal Mari contro il temibile Vittuone. Non era una partita facile, si sapeva, visto che si andava a giocare contro la terza in classifica e il miglior attacco del girone. Il Legnano ha tenuto botta nel primo tempo: dopo aver subito lo svantaggio al 10′ su una ripartenza velocissima che è la griffe del Vittuone, i lilla hanno subito pareggiato con un gol tra i più belli visti quest’anno. Otto passaggi consecutivi con cambi di fronte, proiezione in fascia e cross. Davanti alla porta, velo di Brusa per il gol di Di Giglio. Una rete che ha strappato un commenti di ammirazione allo sportivissimo mister degli ospiti.
Molto bello anche il nuovo vantaggio del Vittuone, al 30′ con uno stacco di testa di anticipo e palla sul secondo palo. Nella ripresa i ragazzi di Apollo solo a strappi hanno prodotto la giusta reazione. Gli ospiti, con i loro fortissimi attaccanti, hanno trovato il tris su un batti e ribatti in area. E’ una sconfitta che può sconfortare, ma che non deve incidere sul cammino di una squadra che cerca nella qualità del gioco l’arma per contrastare gli avversari.
“Nel primo tempo, e atleticamente anche nella ripresa, non abbiamo demeritato – commenta Apollo – Avevamo una difesa totalmente nuova perché in settimana abbiamo dovuto affrontare altri inconvenienti, ritrovandoci senza centrali titolari e senza i due portieri (c’è stato l’esordio di D’Ippolito, nella foto ndr). Il tutto davanti all’attacco più forte del girone. Quindi era ovvio pagare dazio. Il Vittuone si è chiuso in difesa per lanciare palla lunga ai propri attaccanti, che con la loro qualità hanno fatto la differenza. Ora abbiamo tre partite alla nostra portata, non le dobbiamo sbagliare”.
Sabato appuntamento alle 15 a Castellanza.

Valanga lilla: la Juniores cala la manita

VERGIATESE-LEGNANO 0-5 (0-2)

LEGNANO: Starvaggi, Villa, Arrighi (39′ st Passarella), Gentile, Bisca, Rinaldi, Trenchev (25′ st Tosetti), Locatelli (40′ st Cagelli), Brusa, Plebani (25′ st Di Stefano), Di Giglio. All. Apollo.

RETI: 5′ pt Brusa, 23′ pt Di Giglio, 21′ st Brusa, 31′ st Tosetti, 42′ st Di Stefano.

La Juniores a valanga. I giovani lilla avevano già convinto nelle ultime due prestazioni, ma la sorte e gli errori sotto porta avevano fruttato solo un pareggio e una sconfitta. Sabato, a Vergiate, i gol sono arrivati tutti in una volta. E avrebbero potuto essere di più. Legnano subito a segno al 5′, con un’azione Plebani-Trenchev-Brusa, conclusa da quest’ultimo con un piattone. Il bello è che i lilla di reti ne avevano già sbagliate due. Di Giglio ha raddoppiato al 23′ concludendo di sinistro da dentro l’area e spiazzando il portiere.
Nella ripresa Brusa ha realizzato un gol “alla Panigada”: lanciato da metà campo, ha saltato due difensori in modo secco e ha concluso con un tiro sul secondo palo. Bellissimo il poker di Tosetti, con Cagelli che dal fondo ha alzato la testa vedendo il compagno che attaccava lo spazio. Servizio col contagiri e conclusione vincente.
Un eurogol ha chiuso i 90 minuti, una bomba di Di Stefano da 30 metri. “Un’altra ottima prestazione – commenta Apollo – ma questa volta ci siamo ricordati di segnare. Il presidente Munafò ci aveva incoraggiato prima della partita, chiedendoci di trasformare il gioco in punti. Ci siamo riusciti, mostrando un’evidente superiorità tecnica. La Vergiatese, però, non si è mai arresa e, specie nel secondo tempo, è entrata con la giusta cattiveria per tentare di riaprirla. Siamo stati bravi a non permetterglielo”.
Unico neo l’infortunio a Starvaggi, su uno dei pochi palloni toccati. Nonostante il dolore alla schiena, il giovane portiere lilla ha stretto i denti e portato a termine la partita, per non costringere Apollo a far entrare Ceveli, dopo la frattura al setto nasale di settimana scorsa. La società ha fornito al ragazzo una maschera protettiva, in caso di estrema necessità. Grazie al sacrificio di Starvaggi, Ceveli ha potuto rimanere tranquillo in panchina.
Sabato al Mari (ore 15.30) difficile partita contro il Vittuone, terzo in classifica e miglior attacco del girone.

La Juniores in trasferta a Vergiate

Undicesima giornata per il campionato regionale A Juniores. Il Legnano di mister Apollo affronta la seconda trasferta consecutiva: giocherà domani, sabato 18 novembre, a Vergiate, con inizio alle ore 15.
Proprio nel momento in cui la squadra ha espresso le sue potenzialità sul piano del gioco, sono mancati i punti. I lilla ne meritavano sei nelle ultime due partite, ne è arrivato uno solo. La classifica non rende merito ai ragazzi di Apollo, decimi a 12 punti, ma proprio il gioco espresso invita all’ottimismo per una rapida risalita.