Tag: settore giovanile

Per la Juniores pari di rigore nel debutto al Mari

LEGNANO-SOLBIATESEINSUBRIA 1-1 (1-1)

LEGNANO: Starvaggi, Poerio, Arrighi, Gentile, Rinaldi (44′ st Rom), Miculi, Cipullo (41′ st Piccolo), Di Stefano, Brusa (35′ st Lazzati), Trenchev (1′ st Cagelli), Frattini. All. Invernizzi.

RETI: 32′ pt Trenchev su rig., 1-1 al 39′ pt su rig.

Un pari utile contro un avversario complicato. La Juniores di mister Invernizzi battezza il suo debutto al Mari con un punto che muove la classifica e che va considerato positivo. Rispetto alla brillante vittoria di Lazzate la squadra è apparsa un po’ stanca e appannata, ma ha avuto un predominio territoriale netto e regalato qualche sprazzo dell’ottimo calcio offerto più volte in questo avvio di campionato.
La Solbiateseinsubria aveva, e ha ancora, un punto di ritardo sui lilla. I due gol, entrambi nel primo tempo, sono stati realizzati su rigore: prima da Trenchev, che ha realizzato un penalty conquistato da Brusa. E poi dagli ospiti, per un fallo di mano di Poerio su azione forse viziata da fuorigioco. Nella ripresa è stato espulso Arrighi per doppia ammonizione: in 10 il Legnano ha mostrato carattere ed equilibrio, una nota rassicurante. Proprio nel secondo tempo la squadra ha dato il meglio nonostante l’inferiorità numerica, sprecando l’occasione della vittoria due volte nella stessa azione, con Frattini che ha calciato sul portiere e Di Stefano che sulla ribattuta si è visto sventare il gol sulla linea.
“Ci tenevamo a far bene al nostro debutto al Mari – commenta Invernizzi – uno stadio glorioso. Il risultato ci soddisfa ma non siamo stati bellissimi. L’avversario era difficile, va bene così”.

Fantastica Juniores: un poker di gemme contro l’Ardor

ARDOR LAZZATE-LEGNANO 1-4 (0-2)

LEGNANO: Starvaggi, Poerio (40′ st Galbiati), Arrighi (20′ st Lazzati), Gentile, Rinaldi, Miculi, Cipullo (31′ st Cozzi), Di Stefano, Frau (41′ st Piccolo), Trenchev, Frattini (15′ st Cagelli). All. Invernizzi.

RETI: 12′ pt Frau, 32′ pt Frattini, 6′ st Cipullo, 15′ st Frau, 17′ st 1-4.

Fantastico. Non c’è altro aggettivo per definire la prestazione della Juniores sul campo dell’Ardor Lazzate. Una risposta da grande squadra dopo la sconfitta di Fenegrò, contro un avversario temibile e su un terreno di gioco in condizioni a dir poco difficili. Quattro reti, una più bella dell’altra, una delle quali (quella di Cipullo) addirittura sbalorditiva. Dominio assoluto, prestazione scintillante, concentrazione e intensità senza pause, tranne sull’innocuo gol della bandiera dei padroni di casa. Il Legnano è passato in vantaggio con Frau, reduce dal gol in prima squadra contro l’Alcione, un’iniezione galvanizzante che ha dato ancora più sicurezza a un ragazzo del 2001 che già gioca da veterano. Sul lancio di Trenchev (fondamentale assist man) Frau ha anticipato il portiere e messo nel sacco. Ancora Trenchev ha inventato il ricamo finale di una splendida azione corale con il suo servizio all’indietro per la spettacolare conclusione di prima di Frattini che ha fruttato il raddoppio.
Due gol splendidi, prima del capolavoro assoluto. Cipullo si è involato dalla tre quarti, ha finto il cross per poi dribblare secco l’avversario, quindi ha sparato nel sette lontano con un piede che non è il suo naturale. E’ partita una standing ovation, mentre al direttore generale Capocci brillavano gli occhi per il gioiello del ragazzo lilla. Dalla tecnica e dalla fantasia alla caparbietà: il poker è stato firmato da Frau che questa volta ci ha messo il fisico, andando in pressione sulla difesa, portando avanti caparbiamente la palla e concludendo prima sul portiere e poi in rete. Se proprio bisogna trovare il pelo nell’uovo al Legnano di oggi, è la comprensibile leggerezza sul cross che ha portato al 4-1 dell’Ardor. Errore che mister Invernizzi farà notare ai ragazzi ma che certo non gli rovina la giornata: “La squadra è stata sempre determinata e concentrata – afferma il tecnico – e i risultati si sono visti. Abbiamo giocato contro una squadra esperta con un centravanti strutturato e difficile da contrastare, ma non abbiamo concesso nulla. Oltre al risultato eclatante, oggi siamo stati proprio belli. Sottolineo anche l’ottimo debutto di Di Stefano, dopo una lunga assenza. E tutti i cambi sono stati all’altezza”.
Con una Juniores così, c’è anche un prezioso serbatoio di 2000 e 2001 per mister Erbetta. Un tesoro che il Legnano ha in casa.

Legnano bello ma non concreto, vince il Fenegrò

FENEGRO’-LEGNANO 3-1 (2-1)

LEGNANO: Travaini, Roma (33′ st Calini), Arrighi (23′ st Lazzati), Gentile, Poerio (19′ st Galbiati), Miculi, Cagelli (28′ st Di Davide), Trenchev, Brusa, Cipullo, Frattini. All. Invernizzi.

RETI: 1-0 al 3′ pt, 2-0 al 12′ pt, Cagelli al 14′ pt, 3-1 al 35′ st.

Peccato. I ragazzi di mister Invernizzi (nella foto) tornano da Fenegrò con un risultato troppo severo e dopo una prova di spessore, purtroppo non corredata dal necessario cinismo sotto rete. Non si possono togliere meriti al Fenegrò, che invece il cinismo l’ha nel dna, oltre a notevoli doti atletiche. Ma proprio l’aver comandato il gioco per lunghi tratti contro una delle favoritissime, senza mai mollare nemmeno sotto di due reti, è ciò da cui bisogna ripartire. L’inizio del torneo, del resto, è stato ottimo per la nostra Juniores, in tutti i sensi.
A Fenegrò si è messa subito in salita: in avvio l’arbitro ha fischiato il fallo su un retropassaggio al portiere. Sul calcio a due in area i nerazzurri sono stati bravissimi a trovare l’angolo impossibile. Il Legnano ha provato a rimetterla in piedi, ma su un calcio d’angolo a favore ha subito una ripartenza fulminante che ha portato al 2-0. Qui sarebbe stato facile sbracare, invece no. La reazione dei ragazzi lilla è stata immediata e convicnente. Una bella veticalizzazione di Trenchev ha trovato Cagelli pronto a tagliare sul portiere e a superarlo con un pallonetto perfetto. Gran gol. Il Legnano ha tenuto bene il campo, ma la prima frazione si è chiusa sul 2-1.
Nella ripresa i giocatori di Invernizzi hanno preso in mano la partita: il portiere del Fenegrò ha neutralizzato due ottime occasioni di Cagelli. Tra l’altro, anche il Legnano ha usufruito di un calcio a due in area per retropassaggio, sprecando però la punizione sulla barriera. A pochi minuti dal termine, su una pallavbin uscita da corner, i padroni di casa hanno trovato il 3-1, chiudendo la partita, anche se il Legnano non ha mollato nemmeno sotto di due reti.
“Dobbiamo essere più concreti – è il monito di Invernizzi – giochiamo, creaimo, ci specchiamo perfino, ma non segnamo in proporzione. L’avversario ha vinto sfruttando i nostri errori più che per il gioco creato, ma non ha certo rubato nulla. Il 3-1 ci punisce troppo, ma la prestazione dei ragazzi mi è piaciuta”.

calcio

Un Legnano gagliardo sfiora la vittoria a Morazzone

MORAZZONE-LEGNANO 1-1 (1-1)

LEGNANO: Travaini, Poerio, Lazzati, Gentile, Rinaldi, Miculi, Frattini, Borghi, Brusa, Cipullo, Trenchev. A disposizione Starvaggi, Galbiati, Di Davide, Poerio, Cozzi, Calini, Cagelli, Piccolo. All. Invernizzi.

RETE: 15′ pt Miculi.

Una battaglia in dieci contro undici per 60 minuti, tanta sofferenza ma anche uno splendido secondo tempo. La Juniores di mister Invernizzi torna da Morazzone con un risultato positivo, ma che lascia un po’ di rammarico. Niente da eccepire, invece, sulla prestazione e lo spirito dei ragazzi lilla. Il Legnano è andato in vantaggio al quarto d’ora con un efficace schema da corner gestito da Gentile e Teenchev e concluso con un cross su cui Miculi ha staccato perfettamente, insaccando di testa. Il Morazzone ha reagito dimostrandosi, come già l’anno scorso, squadra di notevoli mezzi fisici e dinamici. La situazione è peggiorata quando Borghi, protestando per un fallo da rigore, si è visto comminare una cartellino davvero eccessivo. Da qui a fine frazione la squadra ha faticato moltissimo a contenere i padroni di casa, ma l’episodio clamoroso e contestato non è stato il possibile pareggio del Morazzone, bensì il possibile raddoppio lilla. Anzi non possibile, concretizzato, ma vanificato dall’arbitro che ha negato la regola del vantaggio assegnando al Legnano una punizione anzichè il gol realizzato da Brusa.
Si è rischiato di perdere il controllo dei nervi, ma ci ha pensato saggiamente mister Invernizzi a calmare gli animi negli spogliatoi. E nella ripresa è entrata un’altra squadra, che ha trasformato la rabbia in forza e qualità di gioco. Il Legnano ha dominato,. creando una serie di palle gol nitidissime. In particolare quella capitata a Brusa, su cui l’intera panchina aveva già esultato per il gol. A pochi passi dalla linea l’attaccante lilla, anzichè appoggiare in rete, si è fatto ingannare da un rimbalzo falso del pallone su cui la difesa è stata lesta a liberare. Il Morazzone ha cercato di rendersi pericolo in ripartenza, ma le chance migliori sono capitate al Legnano. Un passo in avanti netto nel gioco e paradossalmente un passo indietro nel risultato, che comunque è positivo.
“Abbiamo sofferto molto nel primo tempo – commenta mister Invernizzi – La loro fisicità, i loro lanci lunghi dietro le linee sono stati una spina nel fianco. Ma nella ripresa abbiamo giocato in modo fantastico, siamo stati padroni del campo. E’ stato un grande passo avanti nella prestazione e nell’acquisizione di sicurezza e autostima, ma il pareggio mi lascia un po’ di amaro in bocca perché potevamo decisamente vincerla”.

borghi

Juniores corsara: i lilla conquistano Canegrate

CANEGRATE-LEGNANO 1-2 (1-2)

LEGNANO: Trabaini, Roma, Arrighi (46′ Lazzati), Di Davide (50′ Miculi), Rinaldi, Poerio, Borghi (60′ Cagelli), Gentile, Frau, Cipullo, Frattini (75′ Galbiati). All. Invernizzi.

RETI: 16′ Borghi, 40′ Di Davide su rigore.

Avvio vincente per i “lillini” di Invernizzi. La Juniores parte con una vittoria in trasferta, speriamo che sia di buon viatico per tutto il campionato e anche per la prima squadra. A Canegrate il Legnano è passato per 2-1 finendo la partita, anche se per pochi minuti, in 9 contro undici. Il gol che battezza la nuova stagione lilla è stato di Borghi (nella foto), un vero avvoltoio nell’avventarsi sulla palla crossata da sinistra da Arrighi e respinta dalla difesa di casa. Il Canegrate ha pareggiato sei minuti dopo su punizione, approfittando di una disattenzione dei ragazzi di Invernizzi. Ancora Arrighi protagonista del raddoppio: azione incisiva sulla sinistra, dribbling e al difensore avversario non è restato che atterrarlo mentre si apprestava al cross. Il rigore è stato realizzato da Di Davide. Il Legnano è rimasto in dieci a inizio ripresa, ma ha rischiato più di raddoppiare (Frau non è arrivato su un pallone di Frattini a pochi passi dalla porta) che di subire il pareggio. La sofferenza si è fatta sentire quando lo stesso Frau è stato espulso in modo discutibile per doppia ammonizione.
“Esteticamente siamo stati tutt’altro che belli – commenta mister Invernizzi – ma dobbiamo considerare che i meccanismi di gioco non possono ancora essere rodati. Bene invece sul piano mentale nel reggere alla pressione della doppia inferiorità numerica”
Vincere la prima è una bella spinta: la seconda giornata vedrà il Legnano ancora in trasferta, a Morazzone.

Calendario Juniores: i ragazzi debuttano a Canegrate

La Juniores parte da Canegrate. Sono stati stilati anche i calendari dei campionati Giovanili. Il Legnano è inserito nel girone dei Regionali. Nell’incertezza sui tempi per avere in modo ottimale il manto del Mari, la società ha chiesto di disputare le prime due partite in trasferta. Il campionato partirà sabato 8 settembre alle ore 15, appunto con la trasferta di Canegrate.
Ecco gli altri incontri, nell’ordine:
sabato 15 settembre Morazzone-Legnano
sabato22 settembre Legnano-Rhodense
sabato 29 settembre Fenegrò-Legnano
sabato 6 ottobre Ardor Lazzate-Legnano
sabato 13 ottobre Legnano-Solbiateseinsubria
sabato 20 ottobre Portichetto-Legnano
sabato 27 ottobre Legnano-Castellanzese
sabato 3 novembre Sestese-Legnano
sabato 10 novembre Legnano-Varese
sabato 17 novembre Uboldese-Legnano
sabato 24 novembre Legnano-Universal Solaro
sabato 1 dicembre Lentatese-Legnano
sabato 8 dicembre Legnano-Varesina
sabato 15 dicembre Union Villa Cassano-Legnano.

Il girone di ritorno comincerà sabato 12 gennaio e seguirà come date il calendario della prima squadra, sempre con partita il giorno precedente. Unica eccezione l’ultimo turno, in casa con l’Union Villa Cassano, che sarà giocato sabato 20 aprile, vigilia di Pasqua.

Dura sconfitta nell’Intercil, la Juniores cerca rinforzi

Brutta sconfitta per la nostra Juniores. I ragazzi lilla escono dal torneo Intercil con un passivo pesante contro l’Arconatese: il risultato finale è stato di 9 a 0. I gialloblu erano ben rimpolpati di giocatori che militano in serie D, questo va tenuto in debito conto.
Il Legnano da par suo ha provato qualche giocatore per la prossima stagione e ha dovuto fronteggiare numerose assenze, in primis quella di Ivan Trenchev, convocato con la nazionale bulgara.
Il ds Salese comunque si già messo al lavoro per rinforzare la seconda formazione lilla in modo da garantire un adeguato serbatoio di giovani per la prima squadra.

capocci

La Juniores passa il turno a Olgiate e si affida a Invernizzi

Due ottime notizie per la Juniores lilla: una bella vittoria e una nuova guida tecnica. La principale compagine giovanile del Legnano ha infatti il suo nuovo allenatore: si tratta di Gianluca Invernizzi, 53 anni, un tecnico con una lunga esperienza alla guida di squadre di Promozione ed Eccellenza. La sua carriera in panchina iniziò nel 1997-98 a Rescaldina, prima con la Juniores e poi subito con la prima squadra (appunto in Eccellenza). In seguito ha guidato il Cusago (vittoria nel campionato di prima categoria) e il Vighignolo per ben dieci anni.
“Quando mi ha chiamato il presidente Munafò non ho avuto dubbi – commenta Invernizzi – Legnano è Legnano, un nome che racconta una storia unica. Sono stato sorpreso piacevolmente, per me è un onore lavorare in una piazza così blasonata. L’obiettivo è fare di questa squadra un serbatoio affidabile per la formazione maggiore. Non servono a nulla i risultati sul campo se poi non si dà una mano concreta alla prima squadra. L’appeal di questa società è potente, sono un uomo di campo e mi metto a disposizione al cento per cento”. A Invernizzi i migliori auguri di un buon lavoro come timoniere dell’ammiraglia del vivaio lilla.
La seconda buona notizia è la vittoria nel torneo Intercil di Olgiate Olona, con relativo passaggio del turno. Il successo contro la Castellanzese è arrivato ai calci di rigore dopo che i 90 minuti si erano chiusi in parità. In panchina c’era niente meno che il nostro direttore generale Aldo Capocci (nella foto), che al suo nome ha legato la più grande vittoria nella storia del settore giovanile lilla, lo scudetto Allievi nel 1991.

Trenchev convocato nella nazionale bulgara under 18

Una bella soddisfazione per il Legnano. Ivan Trenchev è stato convocato nella nazionale bulgara under 18 per il doppio incontro con i pari età della Georgia. Le due partite sono in programma a Sofia il 5 e il 7 giugno. Trenchev, pilastro della Juniores, è stata anche una delle note positive nella stagione della prima squadra. Le sue prestazioni nella parte finale del campionato non devono essere sfuggite al selezionatore bulgaro. Classe 2000, Ivan è un giocatore duttile che può giocare da mezzala, trequartista e attaccante esterno.